venerdì 23 giugno 2017 ore 19:21   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
giovedì 4 maggio 2017
di José de Arcangelo
Adorabile nemica
Film su misura per l’80enne Shirley MacLaine, che veste i panni di una milionaria sola e dispotica
Una commedia sentimentale per il grande ritorno di Shirley MacLaine (classe 1934) a confronto con la giovane Amanda Seyfried – entrambe produttrici esecutive – dirette da Mark Pellington. Una sorta di monumento filmico per l’indimenticabile interprete di film di Hitchcock (la fece esordire in “La congiura degli innocenti”) e Wilder (“L’appartamento” e “Irma la dolce”), Ashby (“Oltre il giardino”) e De Sica (“7 volte donna”), Siegel (“Gli avvoltoi hanno fame” con Clint Eastwood), Nichols (“Cartoline dall’inferno”) e Schlesinger (“Madame Sousatzka”) e ormai lontana dallo schermo da oltre vent’anni (da protagonista perché di ruoli minori, fra cinema e tivù, ne ha sempre fatti), ma sempre impagabile. Una commedia a tratti malinconica a tratti divertente, in cui Shirley offre un’interpretazione comunque da Oscar.

Harriet Lauler (MacLaine) è una milionaria dispotica e irresistibile, abituata ad avere sempre il controllo di tutto, persone incluse. Un giorno Harriet decide di voler controllare anche quello che si dirà di lei dopo la sua morte: perfino il suo necrologio deve essere di suo gradimento. Così, incarica Anne (Seyfried), una giovane giornalista ‘specializzata’, con ambizioni letterarie – lavora per il giornale che lei ha sostenuto per anni -, di scrivere la sua storia, con conseguenze esilaranti e imprevedibili. Infatti, all’inizio non troverà nemmeno una persona, neanche della sua famiglia, che sprechi una parola di elogio per lei.
Ma tra le due donne nascerà un’amicizia sincera, buffa e conflittuale,  che le cambierà entrambe, anzi le aiuterà a scoprire se stesse.

Scritto dall’esordiente Stuart Ross Fink, il film è su misura della grande attrice ottantenne (Oscar, sempre in ritardo, per “Voglia di tenerezza”) e parte da uno spunto originale – il necrologio di una persona ancora in vita – per poi passare al tradizionale confronto generazionale, non privo di situazioni convenzionali, ma da cui scaturiscono temi come solitudine, coraggio, volontà, maternità e amicizia, magari non approfonditi a dovere. E, come il vecchio proverbio insegna, “sbagliando s’impara”, l’anziana Harriet dice alla giovane amica che “dagli errori s’impara a vivere perché si diventa furbi”.
Comunque, le sole scene iniziali – in cui l’anziana protagonista si ritrova sola nella grande casa, tanto da fingere un incidente da suicidio – valgono l’intero film perché la MacLaine senza bisogno delle parole esprime tutta una vita e il suo quotidiano disagio attraverso i suoi sguardi e i gesti della sua faccia.

Un’intera esistenza a farsi detestare per poter imporsi in una società in cui voler far carriera (fondatrice e capo di un’agenzia pubblicitaria) per una donna significava restare sola per sempre, o quasi. E la rivedremo prossimamente in “Men of Granite” e “La sirenetta”.
Nel cast la piccola Anne-Jewell Lee Dixon (Brenda), Anne Heche (Elizabeth, la figlia), Thomas Sadoski (Robin Sands), di “John Wick” 1 e 2; Joel Murray (Joe Mueller), Tom Everett Scott (Ronald Odom), Steven Culp (Sam Serman, padre di Anne) e Philip Baker Hall (Edward, l’ex marito).
Nelle sale italiane dal 4 maggio distribuito da Teodora Film

Links correlati
http://www.teodorafilm.com

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dall’Ufficio Stampa

Altri articoli di interesse
15-6
Cinema
Io danzerò
di José de Arcangelo
15-6
Cinema
LADY MACBETH
di Claudio Fontanini
7-6
Cinema
DUE UOMINI, QUATTRO DONNE E UNA MUCCA DEPRESSA
di José de Arcangelo
7-6
Cinema
Quando un padre
di Cristina Giovannini
1-6
Cinema
UNA VITA-UNE VIE
di José de Arcangelo
1-6
Cinema
WONDER WOMAN
di José de Arcangelo
25-5
Cinema
Ritratto di famiglia con tempesta
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma