lunedì 20 maggio 2024 ore 10:38   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Teatro » Anticipazioni  
giovedì 19 ottobre 2023
La redazione
Tutte le notti sono una
Dal 3 al 5 novembre al Teatro di Villa Lazzaroni la storia di tre donne vittime di violenza
Una fusione di diversi linguaggi scenici, un’ode all’espressività delle anime umane, il delicato tema della violenza sulle donne trattato senza retorica e sentimentalismi. Scritto da Massimo Natale, Ennio Speranza e Mary Griffo con la regia di Fabio di Gesto, Tutte le notti sono una (dal 3 al 5 novembre al Teatro di Villa Lazzaroni) racconta in uno spazio senza luogo e senza tempo la storia di tre vite di donna in attesa. 

Vestite in maniera sobria, con tonalità dello stesso colore delicato, Sara, Romina e Rebecca (Patrizia Casagrande, Jacqueline Ferry e Valeria Lazzaretta) convivono in un luogo indefinito (forse un seminterrato) tra luci soffuse mentre si guardano, si raccontano e si conoscono. 

Manifesto di tutte quelle donne che non abbiamo saputo proteggere, amare o difendere e che ancora oggi, e forse proprio in questo momento, continuano a pagare con la vita la vigliaccheria e la violenza di uomini che dell’amore conoscono solo la parola e non il significato. Amore inteso come sogno e paradiso ma anche, a volte, come malattia, dolore e incubo da vivere giorno dopo giorno. 

Le protagoniste sono anime vaganti senza una precisa meta che condividono storie di lotta e sopravvivenza si legge nelle note di regia. . Lo spettacolo abbraccia e integra ciascun elemento in un continuum creativo, dal teatro fisico a quello tradizionale. Il montaggio delle scene segue una velocità tale da restituire al pubblico il tormento e l’agitazione dei nostri personaggi. Un climax finale ci guiderà verso il loro destino. Le attrici non sono semplici interpreti, ma anime in evoluzione. Ogni attrice incarna un aspetto dell’esperienza umana, dalla gioia all’angoscia, dalla speranza al disincanto. Il loro compito è comunicare emozioni attraverso movimenti, gesti, e sguardi, e con esso la parola che è elemento cardine

Le musiche (di Massimiliano Lazzaretti) variano da melodie celesti a cacofonie discordanti, accompagnando l’evoluzione delle anime in scena. I suoni si fondono con le voci, creando un’atmosfera sonora immersiva mentre la luce (di Maurizio Fabretti)  gioca un ruolo cruciale, spingendo gli spettatori a esplorare le diverse sfaccettature delle anime umane. Da ombre suggestive a esplosioni di colore

Teatro di Villa Lazzaroni, via Appia Nuova 522/via Tommaso Fiordifiocca 71. Venerdì e sabato ore 21, domenica ore 17,30, Info e prenotazioni 3924406597 teatrovillalazzaroni@gmail.com 


Links correlati
http://www.teatrovillalazzaroni.com
 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Altri articoli di interesse
23-9
Teatro
Il Piccolo principe al Golden
di Redazione
18-3
Teatro
Donna Mimma
di Redazione
31-3
Teatro
Jesus Christ Superstar a Pasqua al teatro Sistina
di redazione
20-10
Teatro
Riparte la stagione del Teatro Ciak di Roma
di Cristina Giovannini
14-7
Teatro
IL QUIRINO FESTEGGIA I 150 ANNI
di Claudio Fontanini
22-1
Teatro
Giuro Fedeltà
di Redazione
26-11
Teatro
Confidenze pericolose
di Cristina Giovannini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma