giovedì 13 agosto 2020 ore 05:36   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Notizie varie  
lunedì 23 maggio 2016
di Redazione
Cannes 69. la Palma d’Oro va a Ken Loach
E’ l’ottantenne Kenneth Loach il vincitore del concorso del festival di Cannes che con il suo "I, Daniel Black" conquista la Palma d’Oro, e il cuore dei giurati e del pubblico, con un film inno alla giustizia sociale. Gran Prix per "Juste la fin du monde" di Xavier Dolan
Un altro mondo e’ possibile e necessario’’ ha detto infatti Ken Loach, emozionando il pubblico durante il discorso di premiazione, riferendosi all’attuale sistema liberale che sta strozzando le classi sociali più deboli.
Mentre Xavier Dolan, premiato con il Grand Prix per il film Juste La fin du monde, ha versato lacrime di commozione dedicando il riconoscimento al costumista Francois Barbeau - scomparso ad agosto - lasciando intendere che i suoi film hanno molto di autobiografico. ’I miei personaggi sono a volte cattivi, a volte buoni - ha detto infatti il 27enne regista canadese -, ma sono tutti feriti, vivono tra noi con paura. Nella vita si deve perseverare per essere amati, accettati’’.

Emozioni e sorprese sulla Croisette, dove ieri è calato il sipario della 69.ma edizione del festival di Cannes, che ha impalmato il cinema d’impegno, in una cerimonia condotta con grazia dal maestro di cerimonia Laurent Lafitte.
Vince a sorpresa la Palma della migliore attrice la filippina del film di Brillante Mendoza ’Ma’ Rosa’, Jaclyn Jose, che lontano dal glamour delle altre concorrenti, non sa come superare l’emozione: ’’non so neppure come mai io sia qui. Saluto le Filippine, mia figlia’’. Ma la giuria composta dal presidente George Miller, Arnaud Desplechin, Kirsten Dunst, dalla nostra Valeria Golino, Mads Mikkelsen, Laszlo Nemes, Vanessa Paradis, Katayoon Shahabi e Donald Sutherland, tira fuori dal cilindro anche due premi a Asghar Farhadi, quello andato a Shahabab Housseni, protagonista del bel film Le client, e poi la sceneggiatura a firma dello stesso regista.

Ringrazio Dio che mio ha dato l’occasione di vivere questa serata’’ dirà poi Housseni. E Farhadi aggiunge: ’i premi ai miei film portano gioia al mio popolo’’.
Tra le sorprese di quest’anno anche il meritato Premio della Giuria andato ad ’American Honey’ della regista britannica Andrea Arnold in un film girato in America, che racconta l’altra faccia delle disoccupazione di Loach, stavolta oltre oceano: quella dei giovani americani che si consumano tra crack e lavori precari.
La Camera d’or andata al film Divines di Houda Benyamina, regista franco-marocchina, mentre l’unico premio alla Francia è firmato Olivier Assayas: miglior regia per ’Personal Shopper’ ex aequo con Cristian Mungiu e il suo ’Bacalaureat’. "Il cinema d’autore continua ad esistere anche grazie a Cannes - ha affermato il regista romeno -. Abbiamo una grande responsabilita’. Attenzione!’’.

Di seguito l’elenco di tutti i premi:

Miglior attore del Festival di Cannes e’ andato a Shahab Hosseini per Le Client di Asghar Farhadi

Miglior attrice del Festival di Cannes e’ andato a Jaclyn Jose per Ma’ Rosa di Brillante Mendoza

Miglior sceneggiatura a Ashgar Farhadi per Le Client

Miglior regista del Festival di Cannes e’ andato ex aequo a Olivier Assayas per Personal Shopper e Cristian Mungiu per Bacalaureat

Grand Prix della giuria del Festival di Cannes e’ andato a Xavier Dolan per Juste la fin du monde

Camera d’Or per la migliore opera prima a Divines di Houda Benyamina

Palma d’oro del cortometraggio va a TimeCode del regista spagnolo Juanjo Gìmenez



(Fonte Ansa)
 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal Web e Ansa

Altri articoli di interesse
6-7
Notizie varie
Addio ad Ennio Morricone
di Redazione
28-5
Notizie varie
Il documentario "Passage to Mars" su Prime Video
di Redazione
12-5
Notizie varie
Daniele Vicari gira in ’smart working’
di Redazione
9-5
Notizie varie
David 2020: vince Il Traditore
di Claudio Fontanini
7-5
Notizie varie
Luci accese in sala, flash mob dell’Anec
di Redazione
27-4
Notizie varie
Ciao Giulietto, dasvidania
di Redazione
27-4
Notizie varie
Primo maggio in musica
La redazione

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma