venerdì 27 aprile 2018 ore 00:57   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Notizie varie  
lunedì 8 gennaio 2018
di Claudio Fontanini
Golden Globes 2018, delusione Italia
Italia a secco e trionfo di Tre manifesti a Ebbing, Missouri nella notte della 75ma edizione dei Golden Globes che aprono ufficialmente la stagione dei premi cinematografici. Abiti sobri per essere solidali con le vittime di molestie sessuali
Assegnati a Los Angeles dalla Hollywood Foreign Press Association, i  Golden Globes 2018 verranno ricordati per la sobrietà degli abiti neri indossati dai presenti quale atto di solidarietà verso le donne vittime di molestie sessuali e per sollecitare equità professionale e salariale fra uomini e donne, anche a Hollywood.
Dicevamo della delusione italiana arrivata da Luca Guadagnino con Chiamami col tuo nome, il film rivelazione che aveva fatto incetta di premi in molti festival e che aveva ottenuto qui tre candidature (miglior film drammatico, miglior interprete protagonista e miglior attore non protagonista). Nulla da fare.

Il film di Guadagnino è stato battuto dal bellissimo Tre manifesti a Ebbing, Missouri (in Italia esce giovedì prossimo) mentre ad aggiudicarsi i premi come miglior attore maschile è stato il prodigioso Gary Oldman nei panni di Winston Churchill ne L’ora più buia e in quelli di attore non protagonista ha trionfato Sam Rockwell, poliziotto disturbato in Tre manifesti a Ebbing, Missouri.
Ma il film outsider di Martin Mcdonagh ha sbaragliato la nutrita concorrenza anche in quella del miglior film drammatico (in corsa c’erano lo Spielberg di The Post e il Guillermo Del Toro di The Shape of water che ha vinto comunque due Globi, regia e colonna sonora) e della sceneggiatura oltre a regalare meritatamente a Frances McDormand il premio di miglior attrice drammatica superando la pur brava Helen Mirren di The Leisure Seeker di Paolo Virzì.

Mentre JamesFranco ha vinto il premio come miglior attore in una commedia per The disaster artist, a sorpresa nella categoria miglior commedia o musical ha ottenuto il premio Lady Bird, storia della crescita artistica e personale di una giovane donna (interpretata da Saoirse Ronan che ha vinto nella categoria migliore attrice brillante). Il film è stato scritto e diretto da una donna, Greta Gerwig, una delle poche donne registe a Hollywood, come più volte durante la serata è stato sottolineato: "Io sono stata la prima donna a ricevere un premio come regista - ha detto Barbra Streisand - è successo più di 30 anni fa, signori, è ora di cambiare, i tempi sono maturi, time’s up", ha detto la cantante e attrice durante la premiazione.

Nelle miniserie tv successo per Big Little Lies con Nicole Kidman che ha vinto il Globo d’oro per la migliore attrice protagonista, Laura Dern quello per la migliore non protagonista. L’ultima sconfitta italiana è arrivata quando Jude Law, candidato per il suo ruolo di Papa Lenny Belardo in The Young Pope di Paolo Sorrentino, è stato battuto da Ewan McGregor candidato per la seconda stagione della miniserie Fargo nella categoria migliore attore di una miniserie tv.
 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 










Foto dal Web

Altri articoli di interesse
12-4
Notizie varie
Cannes 2018, in competizione Rohrwacher e Garrone
di Claudio Fontanini
9-4
Notizie varie
"Tutto quello che vuoi" nei Progetti Scuola ABC
di Redazione
6-4
Notizie varie
Roma Summer Fest, due mesi di musica live
di Claudio Fontanini
26-3
Notizie varie
Rendez-Vous: a Roma il meglio del cinema francese
di Claudio Fontanini
18-3
Notizie varie
Il sequestro Moro raccontato agli studenti romani
di Redazione
5-3
Notizie varie
Oscar 2018 the winner is... Guillermo Del Toro
di Redazione
14-2
Notizie varie
David: sfida tra Napoli Velata e Ammore e malavita
di Redazione

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma