venerdì 31 ottobre 2014 ore 09.14   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
martedì 17 maggio 2005
di Claudio Montatori
Nessun messaggio in segreteria
Deliziosa commedia surreale di Genovese e Miniero alla loro seconda opera. Grande cast

Che noia la solitudine, la timidezza, l’incomunicabilità, il confronto tra le generazioni... Che noia? E invece no. Si ride. E si ride bene. Senza neanche una sia pur piccola concessione alla volgarità. Senza bisogno di ricorrere alla parolaccia per strappare una risata a buon mercato. La ricetta è avere una buona idea in mente, trovare chi è disposto a rischiare per finanziarti, mettere su un cast di attori perfettamente amalgamato, ciascuno in piena sintonia con la parte che deve recitare, e avere la capacità di raccontare dosando tutti gli elementi in sette settimane e mezzo.
Tutto questo è accaduto ad opera di Paolo Genovese e Luca Miniero, una coppia di registi alla loro seconda prova nel lungometraggio, che ci regalano una deliziosa commedia usando una chiave surreale per parlare di situazioni reali.

In un condominio del quartiere Testaccio a Roma, vive Walter (uno straordinario Carlo Delle Piane) che legge sul Corriere della Sera un dato Istat secondo il quale per ogni giovane che lavora c’è un anziano che sta in pensione. Walter è un pensionato di settant’anni talmente solo che pur di parlare con qualcuno finge di mettere in vendita la sua casa. Niente di meglio per riempire quella solitudine che cercare il “suo” giovane che lavora, per aiutarlo e coccolarlo. Dopo una faticosa ricerca incapperà in Piero, un impiegato sull’orlo del suicidio, talmente imbranato che più imbranato non si può, interpretato da un impagabile Pierfrancesco Favino. Con l’aiuto di Sara (la brava Nicole Murgia), una ragazzina dodicenne che vive nel condominio con sua madre che fa la spazzina di notte, riuscirà a instaurare un rapporto difficile di amicizia con Piero, diventando suo mentore anche in amore.

Fin qui la storia nella sua essenzialità. Ma quel che colpisce nel film sono i personaggi che a vario titolo prendono parte alla vicenda, tutti ben disegnati, calibrati e degnamente interpretati. C’è Francesca la netturbina (la dolcissima Lorenza Indovina) anche lei molto sola e con una figlia da crescere, che però sembra più cresciuta della madre. L’esilarante, bonariamente sadica, portiera dello stabile (Simona Caparrini) che non perde occasione per divertirsi alle spalle di Walter-Delle Piane. Uno spaesato cliente (Giovanni Ferreri) che vorrebbe acquistare l’appartamento messo in vendita da Walter che però non vuole vendere; la disincantata Eva (Nathalie Guettà), compagna di lavoro di Francesca con cui passa le notti a raccattare immondizia e parlare di uomini. E c’è Sonia la spogliarellista, anche lei inquilina nello stesso palazzo (interpretata da una sorprendente Anna Falchi – qui anche produttrice del film presentato il 12 al Festival di Cannes all’interno del Marché - che, smessi i panni della bellona, dimostra di aver imparato a recitare), che dispensa consigli per conquistare le donne.
E Valerio Mastandrea, anche lui interpreta Piero l’impiegato... Ma a questo proposito è meglio non svelare oltre, è la sorpresa volutamente spiazzante del film.

Non manca nella pellicola qualche tirata di orecchio alla televisione, a quella televisione-escremento così ben definita da Gianfranco Funari che nel film appare come icona di se stesso, e con un accenno alla televisione di qualità rappresentata da una fugace apparizione di Giovanni Floris, conduttore di Ballarò.
È la commedia all’italiana che torna a far parlare di sé anche facendo uso di citazioni (Totò, I soliti ignoti), ma con originalità e garbo. I due registi sono sulla buona strada e sembra che possano solo migliorare.

Nelle sale dal 20 maggio distribuito da Moviemax.


 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dall’Ufficio Stampa

Altri articoli di interesse
27-10
Cinema
LAST SUMMER
di José de Arcangelo
23-10
Cinema
GUARDIANI DELLA GALASSIA
di José de Arcangelo
23-10
Cinema
Festival del film: largo al genere
di Redazione
22-10
Cinema
The Judge
di Cristina Giovannini
20-10
Cinema
Gone Girl da applausi
di Claudio Fontanini
18-10
Cinema
Buoni a nulla
di Claudio Fontanini
17-10
Cinema
Still Alice
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma