giovedì 29 febbraio 2024 ore 05:24   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Notizie varie  
mercoledì 15 novembre 2023
di Claudio Fontanini
DallAmeriCaruso, il concerto perduto
Arriva nelle sale cinematografiche per tre giorni (20, 21 e 22 novembre) il film evento di Walter Veltroni che rievoca la genesi artistica di Caruso e offre la visione completa del concerto di Dalla al Village Gate di New York del 1986 in Dolby Atmos
Cos’hanno in comune l’asse del motore di una barca in avaria e la nascita di un capolavoro musicale come Caruso? Lo scoprirete vedendo DallAmeriCaruso, il concerto perduto, il film evento prodotto da Nexo Digital e Sony Musica con la regia di Walter Veltroni che arriva a 80 anni dalla nascita di quel genio inclassificabile che sul citofono della porta di casa aveva scritto Domenico Sputo (al quale il film è dedicato nella didascalia finale). 

Presentato in anteprima domenica 19 novembre alle ore 11 al Pop Up Cinema Medica 4K di Bologna (biglietti disponibili in prevendita su https://medica.popupcinema.18tickets.it/film/21191) alla presenza in sala del regista e degli amici di Lucio Dalla, il docufilm in 4K di Veltroni si divide in due parti. 

Nella prima, attraverso le testimonianze di collaboratori e autori, si racconta la genesi di Caruso che si colloca in un giorno preciso, quello in cui l’imbarcazione di Dalla rimase in panne tra Napoli e Sorrento e fu rimorchiata a riva. La notte all’Excelsior, nella stessa camera dove nel 1921 aveva soggiornato il grande tenore, fu la scintilla creativa che mise il cantautore bolognese nelle condizioni di mettersi al pianoforte e dare vita a quello struggente componimento

Ed ecco le testimonianze, tra le tante, di Angela Baraldi- a bordo del Catarro con Dalla quando avvenne il guasto meccanico- che rientra commossa a quasi 40 anni di distanza commossa in quella camera e dell’allora barista Angelo Leonelli che rievoca- o fantastica?- dell’amore straziante di Caruso, già malato e in fin di vita, per una giovane allieva alla quale insegnava musica. 

Mentre sulla prua di una barca in mezzo al mare Danilo Rea suona al piano Caruso in una interpretazione da brividi. Con inserti cinematografici (La leggenda del pianista sull’Oceano di Tornatore e un inedito da Passione di Turturro con Dalla che canta Caruso da una scogliera), risonanze artistiche ed affettive, immagini private  e la solitudine ricercata di Lucio a mettere in luce una personalità poliedrica e impossibile da replicare

Nella seconda parte poi, in occasione del ritrovamento delle riprese integrali del suo famoso concerto del 23 marzo 1986 al Village Gate di New York (il tempio del jazz internazionale) a cura di Ambrogio Lo Giudice ecco un’ora e mezza di musica senza confini che fa rivivere non solo quella notte ma un’epoca intera

Ritrovate, restaurate e rimasterizzate in Dolby Atmos (Nemmeno Lucio lo aveva mai sentito così bene dice Veltroni) quelle immagini e quel sonoro sono lo specchio dell’immortalità di un artista al quale ogni definizione andava troppo stretta e che ha fatto della libertà la sua bandiera. 

Un film, questo di Veltroni, da ascoltare, cantare e possibilmente tramandare alle nuove generazioni, quelle che troppo spesso scambiano il rumore per musica (come dice lo stesso Dalla in una vecchia intervista). Ascoltare brani come Cara, Futura, Stella di mare e L’anno che verrà sono la risposta migliore alla minaccia incombente dell’intelligenza artificiale. Per le emozioni e il ricordo vivido bastano gli originali. Per i replicanti c’è ancora tempo. Suonala ancora Lucio.       

L’elenco delle sale e i biglietti in prevendita sono disponibili su www.nexodigital.it/dallamericaruso-il-concerto-perduto/

Il concerto sarà disponibile per la prima volta in un album, Dallamericaruso - Live at Village Gate, New York 23/03/1986 (Sony Music), disponibile da lunedì 20 novembre in digitale e dall’1 dicembre in formato doppio cd, doppio vinile nero, lp in versione colorata (in esclusiva per il Sony Music Store) e in Dolby Atmos. 
Le versioni fisiche contengono anche tre testi scritti da Walter Veltroni, Ambrogio Lo Giudice e Lorenzo Cazzaniga







In sala il 20,21 e 22 novembre distribuito da Nexo Digital      

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 










Foto dall’ufficio stampa

Altri articoli di interesse
13-2
Notizie varie
Così lontani, così vicini
di Claudio Fontanini
12-2
Notizie varie
Il Festival di Spello
La redazione
24-1
Notizie varie
La lunga notte, su Ra1 la caduta del Duce
di Claudio Fontanini
16-12
Notizie varie
Tosca, una festa lunga un anno
La redazione
7-12
Notizie varie
CineAtelier a Poggio a Caiano
La redazione
28-11
Notizie varie
Non ci resta che il crimine
di Claudio Fontanini
21-11
Notizie varie
Il metodo Fenoglio
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma