domenica 23 gennaio 2022 ore 06:39   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
lunedì 20 dicembre 2021
di Claudio Fontanini
Supereroi
Le leggi della dinamica e quelle del cuore in un amore lungo 20 anni
Un amore lungo 20 anni. Immaginato, vissuto e rimpianto, col caso che diventa destino e una serie di malattie in agguato. Dopo Perfetti sconosciuti, Paolo Genovese in Supereroi tenta la riabilitazione della coppia in una sfida sentimentale contro il tempo che passa e le abitudini che soffocano gli istinti. 

Anna e Marco, come in un vecchio brano di Lucio Dalla (ma nel film si ascolta piuttosto un Disperato erotico stomp). Lei (Jasmine Trinca) è una fumettista irrequieta e senza regole, lui (Alessandro Borghi) un professore di fisica timido e gentile. 

Si incontrano un giorno sotto i portici di via Blera a Milano al riparo da una pioggia battente (con lui che teorizza del fattore inzuppamento) e prende l’avvio una storia che viaggia (spesso confusamente) avanti e indietro nel tempo (E’ un illusione teorizzava Einstein) tra incontri e tradimenti, promesse di matrimonio e viaggi (Ponza, Lucca, Marrakech, Copenaghen), cene conviviali (Vinicio Marchioni e Linda Caridi giocano con loro all’Allegro  chirurgo), madri distratte dal palcoscenico (Elena Sofia Ricci) e figli in arrivo. Con le leggi della dinamiche e quelle del cuore che si incrociano in un gioco di attrazioni e repulsioni non sempre convincente. 

Colpa di spiegoni inopportuni, di massime scolpite (La malattia è pazzia, la sanità borghese dice Greta Scarano nei panni della ex di Marco) e di una immedesimazione realistica che resta sospesa tra dialoghi ripetitivi e una mancata alchimia tra i due protagonisti. Con la Trinca meglio, soprattutto nell’ultima parte, di un Borghi mai così dimesso e fuori ruolo. 

Scritto dal regista romano con Rolando Ravello e Paolo Costella, Supereroi (che è anche il titolo del bel pezzo di Ultimo che arriva sui titoli di coda) arriva in sala a due anni dalle riprese sulla scia di molti film del genere (l’ultimo visto è Promises con Favino ma il migliore resta Un amore di Tavarelli). 

Con le missioni come ostacoli da superare che diventano il soggetto di un fumetto da condividere e le prove da sopportare il tortuoso viaggio verso la (im)possibile felicità. Emozionante il finale, che riscatta solo in parte il deludente andamento generale.       
 
In sala il 23 dicembre distribuito da Medusa

Links correlati
http://www.medusa.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dall’ufficio stampa

Altri articoli di interesse
20-1
Cinema
ERO IN GUERRA MA NON LO SAPEVO
di Claudio Fontanini
17-1
Cinema
ALINE- LA VOCE DELL’AMORE
di Claudio Fontanini
10-1
Cinema
America Latina
di Claudio Fontanini
10-1
Cinema
Una famiglia vincente-King Richard
di Claudio Fontanini
29-12
Cinema
UN EROE
di Claudio Fontanini
24-12
Cinema
Matrix Resurrections
di Claudio Fontanini
24-12
Cinema
Belli ciao
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma