mercoledì 30 settembre 2020 ore 12:20   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
domenica 21 giugno 2020
di Claudio Fontanini
MATTHIAS & MAXIME
Dolan rimette in scena tutti i temi del suo cinema. Con meno coraggio e ambizioni
Un mélo di formazione per un ritorno alle origini. Al suo settimo lungometraggio da regista, il canadese Xavier Dolan rimette in scena- con meno coraggio e originalità stilistica- i temi di J’ai tué ma mère, il folgorante esordio del 2009 col quale l’ex l’enfant prodige si fece conoscere al mondo. Presentato in concorso al Festival di Cannes 2019, Matthias & Maxime è un film di bilanci e consapevolezze
Un mélo di formazione per un ritorno alle origini. Al suo settimo lungometraggio da regista, il canadese Xavier Dolan rimette in scena- con meno coraggio e originalità stilistica- i temi di J’ai tué ma mère, il folgorante esordio del 2009 col quale l’ex l’enfant prodige si fece conoscere al mondo. 

Presentato in concorso al Festival di Cannes 2019 Matthias & Maxime è un film di bilanci. Dopo la parentesi americana de La mia vita con John F. Donovan ecco di nuovo l’amato Quebec, la ricerca della propria identità sessuale, il rapporto con la propria madre e quello tra diverse generazioni. Lo spunto è un bacio scambiato tra due amici d’infanzia ora trentenni (uno lo interpreta lo stesso Dolan che non recitava in un suo film dai tempi di Tom à la ferme) in occasione delle riprese di un cortometraggio amatoriale diretto dalla sorella di un loro amico. 

Diversi per estrazione culturale e carattere, Matthias (Gabriel D’Almeida Freitas) e Maxime iniziano da qui un lento processo di consapevolezza verso la propria sessualità alla scoperta del proprio posto nel mondo. Col primo, avvocato in rampa di lancio con fidanzata borghese, che smetterà di nascondere e nascondersi dietro una vita che non gli appartiene e il secondo, angioma sul viso e attese disilluse, che saprà finalmente scegliere il proprio destino assumendosi responsabilità ed evitando fughe disperate verso l’Australia. 

Essere o non essere omosessuali, questo il problema per dirla alla Shakespeare. Col film di Dolan che dissimula sentimenti ed emozioni puntando su un minimalismo ambientale e narrativo che finisce per allungare il tutto oltremisura (2h di durata). 

Tra dittature grammaticali e manifesti stradali che inneggiano a famiglie felici (Dacci oggi il nostro pane quotidiano recita lo slogan sulla foto della riunione a tavola), madri da accudire (come in J’ai tué ma mère, Anne Dorval interpreta ancora la genitrice di Dolan) e tutrici surrogate, scommesse,  penitenze e una lettera di raccomandazione mai arrivata a destinazione, Matthias & Maxime gioca su non detti e complicità silenziose in una sorta di punto e capo filmografico di un regista in cerca di nuova ispirazione. 

Scritto, diretto, prodotto, interpretato e montato da Dolan, il film gira spesso a vuoto tra ralenty insistiti e compiaciuti e dialoghi abbastanza convenzionali da feste e riunioni familiari. I tempi di Mommy (2014) sono lontani insomma e qui bisogna accontentarsi della superficie più che del contenuto augurandosi che un nuovo Dolan possa presto sbocciare. Il talento artistico non si discute ma a venir meno, e non da oggi, sono la voglia e l’ambizione di affrontare nuovi territori.
On demand dl 27 giugno su MioCinema.it e Sky PrimaFila Premiere distribuito da Lucky Red

Nota: Mercoledì 24 giugno, alle ore 20,30, Xavier Dolan ripercorre le tappe della sua carriera dialogando con il critico cinematografico Fabio Ferzetti su Miocinema. La presentazione sarà visibile gratuitamente sia sul sito che sulla pagina facebook. 

          


Links correlati
http://www.luckyred.it/
http://www.miociema.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal web

Altri articoli di interesse
27-9
Cinema
ROUBAIX, UNE LUMIERE
di Claudio Fontanini
22-9
Cinema
Padrenostro
di Claudio Fontanini
10-9
Cinema
Non odiare
di Claudio Fontanini
5-9
Cinema
MISS MARX
di Claudio Fontanini
3-9
Cinema
LACCI
di Claudio Fontanini
15-7
Cinema
Gli infedeli
di Claudio Fontanini
12-6
Cinema
DA 5 BLOODS
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma