mercoledì 20 novembre 2019 ore 06:20   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Notizie varie  
martedì 10 settembre 2019
di Claudio Fontanini
Da Venezia a Roma XXV edizione
Due settimane di grande cinema d’autore: oltre 40 titoli in programma e 11 sale coinvolte. Questo il succulento menù per cinefili che offre la XXV edizione di Da Venezia a Roma, l’appuntamento conclusivo- e più atteso- tra quelli organizzati da ANEC Lazio, iniziati con Le vie del Cinema – Da Cannes a Roma e proseguiti con Locarno a Roma
Organizzata da ANEC Lazio con la collaborazione di Fondazione Cinema per Roma I CityFest, la rassegna propone una selezione di titoli provenienti dalle varie sezioni della 76ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia appena conclusasi, tutti proiettati in versione originale con sottotitoli in italiano. Un’occasione imperdibile per tutti gli appassionati del grande schermo che potranno così gustarsi pellicole che sfidano le leggi del mercato e si segnalano come vere e proprie perle d’autore e che magari ancora non hanno una distribuzione. 

Non solo proiezioni comunque perché la rassegna- in programma dall’11 al 24 settembre- sarà arricchita da incontri con registi e protagonisti dei film presentati. Nelle 11 sale della Capitale che coinvolgeranno numerosi quartieri (da Prati a Trastevere, da Pinciano al Centro storico passando per Testaccio) il cartellone propone una ricca selezione di titoli provenienti dalle varie sezioni della Mostra. 

Dal Concorso arrivano il vincitore del Premio speciale della Giuria, l’italiano La mafia non è più quella di una volta di Franco Maresco, Gloria Mundi la nuova pellicola del regista marsigliese Robert Guédiguian, interpretato da una sorprendente Ariane Ascaride premiata con la Coppa Volpi per la Miglior interpretazione femminile,  no.7 Cherry Lane pellicola di animazione di Yonfan, premiata per  la Migliore sceneggiatura. 

E poi ancora Babyteeth, toccante opera prima della regista australiana Shannon Murphy interpretato, tra gli altri, dal giovane Toby Wallace, vincitore del Premio Marcello Mastroianni. Sempre dal Concorso, anche Ema di Pablo Larraín, interpretato dall’esordiente Mariana Di Girolamo e da Gael García Bernal. E ancora il film cinese Saturday Fiction di Ye Lou con una Gong Li nella doppia veste di diva e di spia, che si muove sinuosa nella Shangai dei primi anni Quaranta, occupata dai giapponesi e The Painted Bird il sorprendente e crudo lungometraggio del regista ceco Václav Marhoul, girato in 35mm in un potente bianco e nero. 

Tra i titoli di richiamo provenienti dalla sezione Fuori Concorso ci sono Adults in the Room di Costa-Gavras, Vivere, family drama diretto da Francesca Archibugi, con Adriano Giannini, Micaela Ramazzotti ed Enrico Montesano, sulle vicende di una famiglia della periferia romana e il documentario diretto da Tim Robbins 45 Seconds of Laughter che racconta l’attività della sua compagnia teatrale nella riabilitazione dei detenuti. 

Da Orizzonti  sbarca in rassegna il toccante film basco Madre di Rodrigo Sorogoyen che riprende ed espande l’omonimo corto che lo pose all’attenzione della critica lo scorso anno, fruttandogli una nomination all’Oscar e gli italiani Sole, opera prima di Carlo Sironi sulla maternità surrogata e il cortometraggio di Beatrice Baldacci Supereroi senza superpoteri, toccante opera autobiografica su come varia negli anni il forte legame che unisce una madre a una figlia.

Da Venezia Classici arriva invece il commovente documentario di Simone Isola e Fausto Trombetta Se c’è un aldilà sono fottuto. Vita e cinema di Claudio Caligari, dedicato alla vita e al cinema del regista scomparso nel 2015.Una nutrita selezione di film, ben sei, in arrivo anche dalla Settimana Internazionale della Critica, (SIC), sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) , giunta alla sua 34° edizione, le cui proiezioni a Roma si svolgeranno dal 16 al 18 settembre presso una location dedicata, il cinema Nuovo Olimpia

Particolarmente corposa, come ogni anno, la selezione di titoli proveniente dalle Giornate degli Autori, sezione autonoma e indipendente della Mostra, i cui film saranno proiettati al Cinema Farnese. Tra questi, il vincitore del GdA Director’s Award La Llorona di Jayro Bustamante e il vincitore del Label Europa Cinemas e del Premio per l’inclusione EdipoRe Corpus Christi del regista polacco Jan Komasa. 

Il programma completo della manifestazione è disponibile online sul sito www.aneclazio.com mentre per tutti gli aggiornamenti durante la rassegna è possibile consultare la pagina Facebook dell’evento: Locarno & Venezia a Roma e Instagram locarnoeveneziaaroma.



INGRESSI
Intero: 7 euro
Ridotto: 6 euro per over 65, Studenti Universitari, Iscritti SNCCI, Studenti di: Scuola d’arte cinematografica Gian Maria Volonté, Centro Sperimentale di Cinematografia, possessori della Lazio Youth Card.
Fidelity card: ogni 5 ingressi acquistati, 1 è in omaggio



       
       

Links correlati
http://www.aneclazio.com
 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal web

Altri articoli di interesse
6-11
Notizie varie
"The Answer" il film in anteprima al MAXXI
di Alessandra Miccinesi
25-9
Notizie varie
Il traditore agli Oscar per l’Italia
di Redazione
11-9
Notizie varie
Jolie e Pfeiffer a Roma per Maleficent 2
di Redazione
8-9
Notizie varie
Ciao José
di Alessandra Miccinesi
22-6
Notizie varie
Estate romana: nasce Cinevillage Talenti
di Redazione
18-6
Notizie varie
Yoga day: India chiama, Italia risponde
di Redazione
11-6
Notizie varie
Cannes a Roma 2019
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma