giovedì 17 ottobre 2019 ore 22:27   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
domenica 16 giugno 2019
di Cristina Giovannini
La prima vacanza non si scorda mai
L’amore ai tempi di Tinder. Attingendo direttamente alle consuetudini tipiche dei nostri tempi, come quella di cercare l’anima gemella attraverso i social, il regista Patrick Cassir mette in piedi una graziosa commedia romantica on the road al passo con i tempi e soffusa di ironia, cui pregio è la dose di realismo che ne costituisce l’ossatura portante.

Protagonisti Marion e Ben due trentenni conosciutisi attraverso la Rete. Unico elemento che hanno in comune perché per il resto sono agli antipodi: lei ama l’avventura, lui le comodità e l’ordine. Ma se è vero che gli opposti si attraggono, dopo una notte di sesso sfrenato decidono su due piedi di trascorrere insieme le vacanze.
A metà strada tra le loro destinazioni preferite: Beirut per Marion, Biarritz per Ben c’è solo la Bulgaria.
Ed è qui che i due si ritroveranno coinvolti in una serie di peripezie che metteranno a dura prova il loro rapporto di neo coppia.

Sceneggiata dallo stesso Cassir insieme alla sua compagna Camille Chamoux, che si ritaglia il ruolo della protagonista, La prima vacanza non si scorda mai esplora aspetti connessi alle relazioni di coppia e, in particolare, alla vacanza  quale fondamentale banco di prova per conoscersi ed accettare l’altro.
E se oggigiorno è tutto accelerato con la tecnologia che abbonda quanto a offerte di viaggio o scelta dei ristoranti (dopo attente consultazioni di TripAdvisor), condividere la quotidianità per giornate intere fa emergere lati caratteriali e situazioni che scavano nell’intimità di coppia.

Da qui una serie di momenti comici e mai banali come le difficoltà di Ben con la sua vita intestinale, l’ossessione per la salute, il confort, i rituali, il modo di dormire.

Camille
e Ben incarnano due opposti: Ben ha studiato in una scuola di economia, va in vacanza a Biarritz e ama le comodità, Camille è una creatrice e ama le novità così come spingersi sempre al suo limite. Intraprendente e naif lei, ipocondriaco e preciso lui.
Tra ostelli hippy, spiagge affollate da personaggi singolari, mare color della Coca Cola, sport estremi, sesso libero, stanze fatiscenti, hotel di lusso gli spunti comici non mancano davvero.

Grazie all’ottimo lavoro sui caratteri, lasciando molto spazio anche all’improvvisazione, movimentando il racconto con scene memorabili come quella del canyoning (l’arrampicata sulla scogliera) o quella del treno in corsa da cui i due protagonisti si lanciano perché privi di biglietto, Cassir firma una pellicola fresca, lontana dai clichè e dalle caricature sulla vita di coppia e in cui è facile per lo spettatore trovare una corrispondenza con il proprio vissuto. Ridendoci su.

In sala dal 20 giugno 2019 distribuito da I Wonder Pictures





Links correlati
http://www.iwonderpictures.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal Web

Altri articoli di interesse
17-10
Cinema
MOTHERLESS BROOKLYN
di Claudio Fontanini
15-10
Cinema
IL MIO PROFILO MIGLIORE
di Claudio Fontanini
1-10
Cinema
Joker
di Claudio Fontanini
23-9
Cinema
AD ASTRA
di Claudio Fontanini
18-9
Cinema
Selfie di famiglia
di Cristina Giovannini
16-9
Cinema
C’ERA UNA VOLTA...A HOLLYWOOD
di Claudio Fontanini
12-9
Cinema
GRANDI BUGIE TRA AMICI
di Cristina Giovannini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma