giovedì 23 marzo 2017 ore 03:11   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Notizie varie  
lunedì 27 febbraio 2017
di Redazione
Oscar 2017 con gaffe finale
And the winner is "La La Land". Anzi no, non è uno scherzo, la statuetta per il miglior film passa dalle mani dei produttori del musical al drammatico "Moonlight". Miglior film straniero è "Il cliente" di Ashgar Farhadi; miglior attore Casey Affleck e migliore attrice Emma Stone
L’edizione numero 89 degli Academy Awards è finita con una nota surreale. A vincere è il film Moonlight ma Warren Beatty e Faye Dunaway, che balbettano e cincischiano dopo una lunga pausa sul palco, si guardano in faccia annunciando la vittoria di La La Land. Tra gli applausi della paltea, i produttori del musical con Ryan Gosling e Emma Stone fanno il loro discorso ma vengono interrotti da una frase che gela il pubblico: "Ha vinto Moonlight - mormora uno di loro, agitato e sconvolto, scrive l’Ansa - non è uno scherzo. Ha vinto Moonlight". Il presentatore della serata, Jimmy Kimmel, conferma la notizia agitando la busta con su scritto il nome del vincitore. A vincere è proprio Moonlight.

Ma che è successo per davvero e chi è il responsabile di questo incredibile colpo di scena, che rimarrà scolpito nel grande libro degli Academy?
"Nella busta c’era scritto Emma Stone per La La Land" mormora un incolpevole Warren Beatty. E Jimmy Kimmel ci scherza su: "E’ colpa mia, sapevo che avrei rovinato tutto prima della fine. Buonanotte a tutti, prometto di non tornare più". PriceWaterhouseCooper - la società che si occupa del conteggio dei voti agli Oscar - annuncia di aver aperto un’inchiesta sull’errore dell’annuncio. Restano le scuse dei presentatori, che hanno ricevuto una busta sbagliata, e il fair play dei produttori di La La land che cedono la statuetta senza drammi, congratulandosi coi vincitori per il film Moonlight.

A indurre in errrore Beatty è stato che nella busta c’erano due biglietti. Nell’altro c’era scritto "Emma Stone per La La Land", che annunciava la vittoria della Stone come migliore attrice protagonista e Warren Beatty ha letto per errore quel biglietto, uscito per primo dalla busta.
Così, dopo un momento di empasse, Beatty ha annunciato la vittoria di La La Land. Che invece ha clamorosamente visto sfumare la statuetta del film  (lode al giovane e talentuoso Damien Chazelle che ha rivitalizzato il genere musical) ma in compenso porta a casa 6 premi su 14 nomination: miglior attrice, miglior sceneggiatura, miglior colonna sonora e miglior canzone originale.

Al regista iraniano Ashgar Farhadi (Foto n. 6) è andato l’Oscar per il bellissimo Il cliente ma per protesta non ha partecipato alla cerimonia di premiazione, prendendo una posizione netta contro l’amministrazione Trump. “E’ un grande onore vincere questo premio per la seconda volta” – ha dichiarato per via indiretta il regista di "Una separazione" – Ringrazio i membri dellAcademy, la mia troupe, i miei produttori. Mi dispiace non esserci. La mia assenza è dovuta al rispetto verso i miei concittadini e gli abitanti degli altri sei paesi a cui una legge disumana ha impedito l’ingresso negli Stati Uniti. Dividere il mondo tra “noi” e i “nemici” crea paure, e produce una giustificazione ingannevole per la guerra. Il cinema può catturare le qualità degli uomini, combattere gli stereotipi e creare un’empatia tra gli esseri umani che oggi serve più che mai”.

Ma ecco la lista dei premiati dell’89ma edizione degli Oscar:

MIGLIOR FILM: Moonlight

MIGLIOR REGIA: Damien Chazelle (La La Land)

MIGLIOR ATTORE
: Casey Affleck (Manchester by the sea)

MIGLIOR ATTRICE: Emma Stone (La La Land)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
: Mahershala Ali (Moonlight)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: Viola Davis (Barriere)

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE: Manchester by the sea

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: Moonlight

MIGLIOR FILM STRANIERO: Il cliente (Iran)

MIGLIOR FILM ANIMAZIONE: Zootropolis

MIGLIOR FOTOGRAFIA: La La Land

MIGLIOR SCENOGRAFIA: La La Land

MIGLIOR MONTAGGIO: La battaglia di Hacksaw Ridge

MIGLIOR COLONNA SONORA: La La Land

MIGLIOR CANZONE: City of Stars (La La Land)

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI: Il libro della giungla

MIGLIOR SONORO: La battaglia di Hacksaw Ridge

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO
: Arrival

MIGLIOR COSTUMI
: Animali Fantastici e dove trovarli

MIGLIOR TRUCCO
: Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini e Christopher Nelson (Suicide Squad)

MIGLIOR DOCUMENTARIO
: O.J.: Made in America

MIGLIOR CORTO DOCUMENTARIO: The White Helmets

MIGLIOR CORTO
: Sing

MIGLIOR CORTO D’ANIMAZIONE
: Piper


 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal Web e Ansa

Altri articoli di interesse
17-3
Notizie varie
Nastri d’Argento 70, reunion dei premiati da Oscar
di Redazione
14-3
Notizie varie
La Feltrinelli presenta oggi "Lo Sgarro"
di Redazione
11-3
Notizie varie
Fabrizio Moro porta doni alla Bottega dei Piccoli
di Redazione
7-3
Notizie varie
Cleò omaggia Valentina Giovagnini
di Redazione
9-2
Notizie varie
Alla Ricerca di un Senso
di Redazione
24-1
Notizie varie
La la land è record di candidature agli Oscar
di Redazione
9-1
Notizie varie
Golden Globes 2017, La La Land assopigliatutto!
di Redazione

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma