venerdì 12 agosto 2022 ore 05:36   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
mercoledì 25 maggio 2022
di Claudio Fontanini
NOSTALGIA
Il ritorno a Napoli di Mario Martone dal romanzo di Ermanno Rea
Due romanzi, due film, una città. A 27 anni di distanza da L’amore molesto (dal libro di Elena Ferrante) Mario Martone torna in concorso a Cannes e sulle strade della sua città con Nostalgia (soggetto e sceneggiatura del regista con Ippolita di Majo dal libro di Ermanno Rea). Un viaggio sospeso tra passato e presente con Favino protagonista
Due romanzi, due film, una città. A 27 anni di distanza da L’amore molesto (dal libro di Elena Ferrante) Mario Martone torna in concorso a Cannes e sulle strade della sua città con Nostalgia (soggetto e sceneggiatura del regista con Ippolita di Majo dal libro di Ermanno Rea). 

Aperto da una citazione di Pier Paolo Pasolini (La conoscenza è nella nostalgia, chi non si è perso non ne possiede) e quasi tutto sulle spalle di un personaggio e di un quartiere labirinto nel quale perdersi, e forse ritrovarsi (il rione Sanità), il nuovo film del regista partenopeo mette in scena una resa dei conti personale di un uomo fuggito dalla sua città da adolescente e tornato 40 anni dopo come uno straniero. 

Ed ecco Felice Lasco (un Pierfrancesco Favino straniante e malinconico che parla uno strano linguaggio arabeggiante più simile all’effetto comico stile D’Artagnan nei Tre moschettieri che credibile) ripresentarsi in città dal Cairo dove lavora e ha lasciato una moglie per accudire l’anziana madre agli ultimi giorni di vita (Aurora Quattrocchi). 

Tra passeggiate solitarie e ricordi che affiorano, un prete anti camorra (Francesco Di Leva) e un vecchio signore che lo riconosce (Avrei voluto adottarti gli confida Nello Mascia) le giornate napoletane di quell’uomo che vaga tra passato e presente scorrono nell’attesa- e nel coraggio- di rincontrare il vecchio amico d’infanzia diventato negli anni ‘o Malommo (Tommaso Ragno), il boss del quartiere che mette le armi in mano ai ragazzini e spaccia droga. 

Non solo fughe verso il mare con la Gilera rossa ma anche- e soprattutto- scippi e rapine condivisi e un delitto rimasto senza colpevoli. Con Felice che riassapora a poco a poco i sapori e gli odori di una volta (l’odore delle polpette di mamma come la madeleine proustiana) e si convince che forse il suo futuro è ancora lì. 

Ma il passato non esiste (lo dice il boss) e tra minacce e avvertimenti- con Martone che qua e là prende la strada di un poco convincente mistery partenopeo- Nostalgia rivela tutta la sua crudeltà in un coraggioso finale che è la cosa migliore di questo film d’atmosfere e reiterazioni. 

Con qualche sequenza emozionante (il bagno alla madre di Felice che la spoglia con cura mentre lei piange e si vergogna) e molti momenti di cinema del reale dall’effetto più documentaristico che sentito. Tra cronaca nera, affetti e una dialettica interiore ed esteriore che non sempre trova il suo compimento narrativo ed estetico, Nostalgia finisce per teorizzare più che stupire, esporre più che ammaliare. 

Non mancano stereotipi e didascalie che allontanano il nuovo film di Martone da quel sensuale e febbrile capolavoro pluripremiato del 1995. Con le donne assenti o relegate sullo sfondo (un paio di sbrigative telefonate raccontano della moglie egiziana) e quella passeggiata nelle catacombe (Se li tratti bene i morti ti aiutano) a tracciare il sentiero di un nuovo cammino. Forse impossibile.   



In sala dal 25 maggio distribuito da Medusa  


Links correlati
http://www.medusa.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dall’ufficio stampa

Altri articoli di interesse
11-7
Cinema
X- A SEXY HORROR STORY
di Claudio Fontanini
6-7
Cinema
Io e Spotty
di Claudio Fontanini
5-7
Cinema
THOR: LOVE AND THUNDER
di Claudio Fontanini
1-7
Cinema
Una boccata d’aria
di Claudio Fontanini
28-6
Cinema
LA MIA OMBRA E’ TUA
di Claudio Fontanini
21-6
Cinema
La ragazza ha volato
di Claudio Fontanini
20-6
Cinema
I giovani amanti
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma