sabato 28 maggio 2022 ore 20:56   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
venerdì 24 dicembre 2021
di Claudio Fontanini
Belli ciao
Pio e Amedeo più buonisti che acidi in una commedia Nord vs.Sud
Riuniti in circolo, come in una seduta di alcolisti anonimi, un gruppo di pentiti italici racconta le proprie (dis)avventure. Siamo nella comunità di recupero meridionali a Milano a Sant’Agata di Puglia dove sono cresciuti insieme- sin da bambini- Pio (D’Antini) e Amedeo (Grieco). Il primo ora vive nella Milano del Bosco verticale tra truffe ai risparmiatori con la sua finanziaria e una compagna influencer (Lorena Cacciatore) mentre il secondo, abbandonati i sogni da medico, gestisce un negozio di articoli sanitari consigliando basculanti anatomiche a vecchiette perplesse. 

Dopo i clamorosi successi televisivi di Emigratis e Felicissima sera (conditi da polemiche politicamente corrette) il duo comico pugliese torna al cinema a 8 anni da Amici come noi e Ma tu di che segno 6? con Belli ciao diretti da quel Gennaro Nunziante dei film di Checco Zalone

Nord contro Sud, stili di vita a confronto e una sorta di sana rieducazione alla civiltà per un’operina leggera e divertente che non spicca per originalità e difetta in cattiveria spinta, quella opportunamente dimostrata dai due sul piccolo schermo. 

Così il ritorno a casa del figliol prodigo Pio- l’occasione è un progetto di riqualificazione da 10 milioni di euro del paese- vive di tormentoni dialettici (Top, adoro di Giorgio Colangeli sindaco) e situazioni paradossali che mettono a confronto mentalità agli antipodi, voler essere e dover apparire. 

Alla fine, tra  sanguinacci offerti ai vegani, commesse pugliesi in incognito (Rosa Diletta Rossi), dialoghi surreali con Alexa ed equivoci da prezzemolo, un inno alla comunità solidale sin troppo buonista (gli ammiratori del duo apprezzeranno?) che lascia poco spazio a qualche battuta acida sullo stato delle cose del nostro Belpaese (Qui non c’è niente di italiano, nemmeno i commessi…dice Amedeo al supermercato) e fa rimpiangere l’incontenibile vivacità dei due foggiani, qui tenuta troppo a freno. Per voler fare un film comico e non di comici forse si è snaturata l’essenza stessa della coppia.  




In sala dal 1 gennaio distribuito da Vision        


Links correlati
http://www.visiondistribution.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dall’ufficio stampa

Altri articoli di interesse
25-5
Cinema
NOSTALGIA
di Claudio Fontanini
18-5
Cinema
ESTERNO NOTTE
di Claudio Fontanini
16-5
Cinema
Top Gun: Maverick
di Claudio Fontanini
10-5
Cinema
ONLY THE ANIMALS
di Claudio Fontanini
2-5
Cinema
SETTEMBRE
di Claudio Fontanini
27-4
Cinema
Gli amori di Anaïs
di Claudio Fontanini
26-4
Cinema
ARTHUR RAMBO
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma