sabato 14 dicembre 2019 ore 17:46   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Anticipazioni  
lunedì 11 novembre 2019
di Claudio Fontanini
LE MANS ’66-LA GRANDE SFIDA
Una gara leggendaria e una storia di amicizia nel bel film di James Mangold
Macchine da corsa e sogni di gloria, assi del volante e demoni personali. Dopo Rush di Ron Howard arriva questo Le Mans ’66-La grande sfida a suggellare la forza visiva dell’automobilismo al cinema.
Diretto da James Mangold, il film racconta la vicenda reale e leggendaria della gara che vide trionfare per la prima volta una Ford dopo l’egemonia Ferrari durata cinque anni
Macchine da corsa e sogni di gloria, assi del volante e demoni personali. Dopo Rush di Ron Howard arriva questo Le Mans ’66-La grande sfida a suggellare la forza visiva dell’automobilismo al cinema. Diretto con mano sicura e stile classico da James Mangold (Quando l’amore brucia, Logan- The Wolverine), il film racconta la vicenda reale e leggendaria della gara che vide trionfare per la prima volta una Ford dopo l’egemonia Ferrari durata cinque anni. 

Storia di un gruppo di uomini anticonvenzionali e di un’amicizia che cambiò per sempre il mondo delle corse automobilistiche (la Ford GT40 MKII rimane a tutt’oggi l’unica auto americana ad aver vinto Le Mans), il film di Mangold emoziona e coinvolge non solo gli appassionati delle quattro ruote (magnifiche e realistiche le sequenze in pista con gli ultimi 40’ dedicati in prevalenza alla gara). 

Per la prima volta insieme sul grande schermo, Matt Damon e Christian Bale fanno scintille nei ruoli di un intrepido pilota texano al quale, dopo la vittoria a Le Mans nel ’59, venne diagnosticata una grave patologia cardiaca che gli impedì di continuare a correre e di un irascibile collaudatore inglese in bolletta e devoto padre di famiglia che si dimostrò un pilota vincente e poco incline al compromesso aziendale. 

Con la Ford Motor Company, un tempo leader dell’industria automobilistica, che arranca nelle vendite alle spalle del rivale americano General Motors e per cercare maggiore attrattiva agli occhi dei consumatori focalizza la propria attenzione sul reparto velocità. Prima cercando di acquisire il marchio italiano (nei panni di Enzo Ferrari c’è Remo Girone) e poi mettendo su un team capace di puntare al successo sul difficilissimo circuito francese. E intanto il panorama americano lascia l’ottimismo del dopoguerra per il cinismo affaristico con gli sponsor e che tentano di soffocare il talento e la professionalità anche se la velocità e le vittorie non si comprano

Tra giri perfetti e percezione del limite, cronometri rubati e improbabili collaudi, estetica (Se fosse un concorso di bellezza avremmo già perso…dice Matt Damon vedendo la fiammante Ferrari al via) e riunioni aziendali  (Perché Bond non guida un Ford? E’ un debosciato…), Le Mans ’66 è anche una storia di valori sportivi da tramandare (bellissimo il rapporto di Bale col figlio che vuole seguire le sue orme), di istinti insopprimibili, di corpi e di spazi in cui perdersi (A 7000 giri al minuto c’è un momento in cui tutto svanisce e la macchina diventa senza peso, scompare). 

Ma il grande merito del film di Mangold, oltre a quello di trasportarci letteralmente dentro quei bolidi, sta nel tratteggiare al meglio il dietro le quinte, le scelte e le metodologie di uomini non sempre moralmente esemplari mettendoli  a confronto con la pura passione e la rivalità sportiva di due uomini disposti a tutto pur di vedere di fronte la bandiera a scacchi del vincitore. Perché ascoltare il rombo di un motore può significare persino rinascere

In sala dal 14 novembre distribuito da 20th Century Fox 


Links correlati
http://www.20thfox.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal web

Altri articoli di interesse
2-12
Cinema
UN SOGNO PER PAPA’
di Claudio Fontanini
21-10
Cinema
THE IRISHMAN
di Claudio Fontanini
9-10
Cinema
LE VERITA’
di Claudio Fontanini
10-6
Cinema
55. Mostra Internazionale Nuovo Cinema di Pesaro
di José De Arcangelo
16-4
Cinema
IL CAMPIONE
di Claudio Fontanini
13-2
Cinema
LA PARANZA DEI BAMBINI
di Claudio Fontanini
28-11
Cinema
BOHEMIAN RHAPSODY
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma