mercoledì 22 maggio 2019 ore 01:10   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
giovedì 14 marzo 2019
di José de Arcangelo
La conseguenza
Il dramma del dopoguerra in Germania in un melodramma con Keira Knightley
La conseguenza (The Aftermath) di James Kent è il classico melodramma di marchio britannico, tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore gallese Rhidian Brook, adattato da Joe Shrapnel e Anna Waterhouse, diretto con sicuro mestiere dal regista e poggia su un terzetto di attori sempre efficace. L’attivissima Keira Kneightley, il sempre più in ascesa Jason Clarke (L’uomo dal cuore di ferro, lì nazista, qui alleato) e il giovane Alexander Skarsgard (figlio di Stellan) e già celebre in tv per True Blood e al cinema in The Legend of Tarzan.

Ma il merito del film, oltre la buona resa formale e tecnica, è il fatto che affronta il dramma del dopoguerra in Germania, dal punto di vista privato, dato che alleati e tedeschi, cioè vincitori e vinti erano costretti a (sopportarsi) vivere anche sotto lo stesso tetto. Certo chi non ama il mélo vecchio stampo non sarà soddisfatto, anche perché il film rispetta i canoni del genere, certi stereotipi ed è in parte prevedibile. 

Amburgo, 1945. Rachael (Kneightley) e Lewis Morgan (Clarke) si sono appena trasferiti in Germania dopo la sconfitta tedesca. Lewis è un alto comandante dell’esercito inglese, dunque gli viene assegnata una dimora di grande prestigio: la villa di Stefan Lubert, un celebre e giovane architetto tedesco ormai ridotto a lavorare come operaio alla pressa.
Lubert subisce l’esproprio con dignità, ma sua figlia quattordicenne Freda (Flora Thiemann) – coetanea e alleata di giovanissimi ragazzi plagiati dai nazisti - non riesce a nascondere la sua offesa. Lewis decide di comportarsi con clemenza verso il suo ospite tedesco e gli propone di coesistere sotto lo stesso tetto: i Morgan nelle stanze di rappresentanza, i Lubert in soffitta. Rachael non riesce a capire la generosità del marito, anche perché i tedeschi sono stati responsabili di un grave lutto nella loro famiglia, così come Lubert ha perso la moglie sotto i bombardamenti. 

Ma la convivenza con il nemico riserverà grandi sorprese, ai protagonisti e allo spettatore.
Infatti, la coproduzione anglo-tedesca La conseguenza, in fondo racconta una storia d’amore nata dalla diffidenza e dall’odio, dove i protagonisti sono preda di contraddizioni e pentimento, colpa e innocenza. Come andrà a finire? Prevedibile ma non troppo.

Nelle sale dal 21 marzo distribuito da 20th Century Fox Italia


Links correlati
http://www.20thfox.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal web

Altri articoli di interesse
13-5
Cinema
Quando eravamo fratelli
di José deArcangelo
13-5
Cinema
BANGLA
di Claudio Fontanini
6-5
Cinema
IL GRANDE SPIRITO
di Claudio Fontanini
6-5
Cinema
Red Joan
di Cristina Giovannini
29-4
Cinema
I FRATELLI SISTERS
di Claudio Fontanini
29-4
Cinema
Stanlio & Ollio
di Claudio Fontanini
23-4
Cinema
Un’altra vita
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma