martedì 26 marzo 2019 ore 03:27   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
martedì 19 febbraio 2019
di Claudio Fontanini
COPIA ORIGINALE
Una straordinaria Melissa McCarthy nel film della Heller candidato a 3 Oscar
Ha 51 anni, è una lesbica solitaria che ama i gatti più degli esseri umani e ha un disperato bisogno di soldi nella New York del 1991.
Se pensate che il crimine non paghi date un’occhiate a Copia originale, sorprendente crime letterario basato su una storia vera e candidato a 3 premi Oscar (miglior attrice, attore non protagonista e sceneggiatura non originale)
Ha 51 anni, è una lesbica solitaria che ama i gatti più degli esseri umani e ha un disperato bisogno di soldi nella New York del 1991
Se pensate che il crimine non paghi date un’occhiate a Copia originale, sorprendente crime letterario basato su una storia vera e candidato a 3 premi Oscar (miglior attrice, attore non protagonista e sceneggiatura non originale). 

Acclamata biografa tra i ’70 e gli ’80, Lee Israel (una magnifica Melissa McCarthy) parla da sola davanti alla tv con la bottiglia di whisky a portata di mano e ruba carta igienica e cappotti al party della sua editrice che non ne vuole sapere di darle un anticipo sul suo prossimo libro e la scoraggia a continuare la sua carriera in discesa. 
Il casuale incontro con Jack Hock (Richard E. Grant, meritato Golden Globe come non protagonista), un disperato eppure giocoso ed elegante gay cocainomane, darà il via ad una struggente e fruttuosa amicizia tra due irregolari che finirà tra le aule di un tribunale. 

Dal blocco dello scrittore alla riproducibilità intellettuale più che tecnica. Con la controversa e burbera Lee che dopo aver trovato casualmente in una biblioteca una lettera di una celebrità deceduta, decide di falsificare gli scambi epistolari di scrittori famosi e venderli a collezionisti e rivenditori senza scrupoli. Basta un certificato di autenticità a stabilire la veridicità di uno scritto a macchina firmato? Cosa si è disposti a fare nel nome del Dio guadagno? 

Scritto da Nicole Holofcener e Jeff Whitty e diretto con mano sicura da Marielle Heller, Copia originale- tratto dall’autobiografia di Lee Israel, Can you ever forgive me?- si muove sui sentieri del falso e dell’originale per tratteggiare il doppio ritratto di due solitudini allo specchio e di un mondo, quello dell’editoria, ormai votato al culto dell’apparenza. 

Tra mosche morte in camera da letto e sbronze celebrative, ricatti emotivi e confessioni tardive (Avrei meritato di più dalla vita dice Lee alla sua ex nel magnifico incontro sulla panchina), umorismo caustico e commozione autentica, Copia originale mette in scena una ribellione all’ordine prestabilito e alle regole del successo senza sensi di colpa (Non mi pento di nessuna delle mie azioni, per molti versi è stato il periodo più bello della mia vita dice Lee al giudice prima della sentenza) e tirate moraleggianti. 

Ma il film non sarebbe lo stesso senza la straordinaria Melissa McCarthy che qui, oltre le consuete doti comiche dimostra un talento recitativo che la avvicina, per varietà di toni e complessità di sguardo, alla Kathy Bates di Misery non deve morire. Una prova d’attrice che rimane a lungo negli occhi e nel cuore e che regala autenticità e spessore a questo strano film sapientemente in bilico tra sorrisi e lacrime. 

In sala dal 21 febbraio distribuito da 20 th Century Fox            


Links correlati
http://www.20thfox.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal web

Altri articoli di interesse
25-3
Cinema
Border
di Claudio Fontanini
25-3
Cinema
Una giusta causa
di Cristina Giovannini
19-3
Cinema
RICORDI?
di Claudio Fontanini
18-3
Cinema
Peterloo
di Claudio Fontanini
18-3
Cinema
Il Professore e il Pazzo
di Cristina Giovannini
14-3
Cinema
La conseguenza
di José de Arcangelo
10-3
Cinema
MOMENTI DI TRASCURABILE FELICITA’
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma