lunedì 10 dicembre 2018 ore 15:52   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Notizie varie  
martedì 13 novembre 2018
di Redazione
36° Torino Film Festival
Dal 23 novembre al 1 dicembre torna nel capoluogo piemontese il Torino Film Festival, con un programma ricco di anteprime mondiali e internazionali. Ad accendere gli schermi sarà "The Front Runner-Il vizio del potere" di Jason Reitman
Centotrentatré lungometraggi in cartellone, di cui 36 opere prime e seconde, 34 anteprime mondiali, 23 anteprime internazionali e 59 italiane per più di 4000 film visionati tra corti, medi e lungometraggi. Ecco il 36° Torino Film Festival in programma nel capoluogo piemontese dal 23 novembre al 1 dicembre e diretto ancora una volta da Emanuela Martini che promette un panorama vario ed eterogeneo per le 15 pellicole del concorso principale.
Aperto dall’atteso The Front Runner – Il vizio del potere di Jason Reitman con il politico Usa Gary Hart incarnato da Hugh Jackman e chiuso da Santiago, Italia di Nanni Moretti, un documentario che tra interviste e immagini di repertorio inquadra il lavoro della nostra ambasciata in Cile durante la giunta di Pinochet, il Torino Film Festival propone tra le 15 opere del concorso principale l’esordio dietro la macchina da presa di Valerio Mastandrea con Ride , storia di una donna alle prese con l’elaborazione del lutto per la morte del marito e quello di Paul Dano con Wildlife, già passato alla Semaine di Cannes.  

A presiedere la giuria sarà il regista cinese Jia Zhang-ke, di cui verrà riproposto Ash Is Purest White. Dedicato a Rita Hayworth, ritratta ballerina nei film con Fred Astaire e Gene Kelly nel manifesto del Festival, il Torino Film 2018 vedrà inoltre Pupi Avati guest director proporre i suoi indimenticabili Unforgettables mentre il il Gran premio Torino andrà in questa edizione a Jean Pierre Léaud, l’attore magistrale dei I Quattrocento colpi e alter ego di Francois Truffaut oltre che indimenticabile interprete nei panni del Re Sole morente in La mort de Louis XIV

A Matteo Garrone andrà invece il Premio Langhe-Roero e Monferrato mentre al ricordo di Ermanno Omi sarà dedicata la giornata del 28 novembre. Tanto cinema italiano in programma nella sezione Festa mobile con Sex Story di Cristina Comencini e Roberto Moroni; The Man Who Stole Banksy di Marco Proserpio; Bulli e pupe, il doc di Steve Della Casa e Chiara Ronchini, I nomi del signor Sulcic di Elisabetta Sgarbi; Ovunque proteggimi di Bonifacio Angius ; Ragazzi di stadio, quarant’anni dopo di Daniele Segre

Sempre nella sezione Festa mobile da segnalare Pretenders di James Franco, storia di un triangolo d’amore, e Colette, biopic sulla famosa scrittrice francese, diretto da Wash Westmoreland con Keira Knightley. Infine, due i restauri: Trevico-Torino di Ettore Scola e Processo a Caterina Ross di Gabriella Rosaleva.



Links correlati
http://www.torinofilmfest.org
 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 










Foto dal web

Altri articoli di interesse
6-12
Notizie varie
Capodanno 2019, ecco la Festa di Roma
di Redazione
26-10
Notizie varie
Benigni sarà Geppetto per Garrone
La redazione
1-10
Notizie varie
I topi, ecco la tv comedy di Albanese
di Claudio Fontanini
26-9
Notizie varie
Dogman inizia la corsa all’Oscar
di Claudio Fontanini
11-9
Notizie varie
Da Venezia a Roma
di Claudio Fontanini
27-6
Notizie varie
Notti di cinema e ... a Piazza Vittorio
di Claudio Fontanini
13-6
Notizie varie
Yoga in piazza del Campidoglio per il solstizio
di Alessandra Miccinesi

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma