lunedì 10 dicembre 2018 ore 16:02   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
venerdì 5 ottobre 2018
di Claudio Fontanini
FESTA DEL CINEMA DI ROMA
Dal 18 al 28 ottobre la tredicesima edizione tra star ed eventi
Elegante, raffinata, popolare e ricca di qualità. Con la benedizione artistica del Peter Sellers in versione ispettore Clouseau che campeggia sul manifesto dell’edizione n.13, prenderà il via il prossimo 18 ottobre la Festa del cinema di Roma che promette una vera e propria abbuffata cinefila lunga dieci giorni. Con Antonio Monda alla quarta volta come Direttore artistico (la prima del secondo mandato) e Laura Delli Colli al primo anno in qualità di Vice Presidente
Elegante, raffinata, popolare e ricca di qualità. Con la benedizione artistica del Peter Sellers in versione ispettore Clouseau che campeggia sul manifesto dell’edizione n.13, prenderà il via il prossimo 18 ottobre la Festa del cinema di Roma che promette una vera e propria abbuffata cinefila lunga dieci giorni. 
Con Antonio Monda alla quarta volta come Direttore artistico (la prima del secondo mandato) e Laura Delli Colli al primo anno in qualità di Vice Presidente della Fondazione Cinema per Roma, la nuova Festa si apre quest’anno all’insegna del noir (Bad times at the El Royale- 7 sconosciuti a El Royale di Drew Goddard con Jeff Bridges e Dakota Johnson è il film d’apertura della selezione ufficiale) e proseguirà lungo tre parole guida: donna (12 registe selezionate), memoria e documentario con immagini potenti per non dimenticare tragici eventi come leggi razziali e deportazioni. 

La Festa gode di ottima salute col 20% in più negli ultimi tre anni per affluenza di pubblico ha detto Antonio Monda nell’affollatissima conferenza stampa di presentazione. Non siamo un Festival come Venezia ma rivendichiamo il nostro ruolo di ambasciatori della cultura cinematografica e di passerella per star mondiali che arrivano a Roma non per promuovere i loro film ma per il piacere di conversare e condividere col pubblico la loro passione per il cinema. E poi qui- continua il Direttore artistico- abbiamo proiettato, solo per citare gli ultimi tre anni- film come Lo chiamavano Jeeg Robot, Moonlight e I, Tonya. Segno di una qualità ormai riconosciuta anche a livello internazionale se è vero che per la prima volta in 13 anni due major come la Sony e Canal+ quest’anno ci regaleranno la prima mondiale di Millennium:Quello che non uccide e il magnifico Mia et le Lion Blanc di Gilles de Maistre con Melanie Laurent

Budget sotto i tre milioni e mezzo di euro, la Festa di Roma n.13 punta forte sul cinema italiano (Il numero dei film nostrani è più nutrito che in passato dice Monda) e vedrà sfilare sul red carpet personaggi del calibro di Martin Scorsese e Isabelle Huppert (a loro il Premio alla carriera), Cate Blanchett e Sigourney Weaver, Paolo Virzì (con Notti magiche chiuderà la Festa) e Giuseppe Tornatore

Difficile, come sempre, orientarsi nel mare di proposte che pioveranno su pubblico e addetti ai lavori fino al 28 ottobre. In programmi 13 omaggi (Adriana Asti, Flavio Bucci, Carlo Vanzina, Vittorio Gassman- col ritratto del mattatore di Fabrizio Corallo, Nelson Pereira dos Santos, a La grande guerra in occasione del centenario della Prima guerra mondiale alla presenza del Presidente Mattarella e a Cinecittà Futura) restauri (San Michele aveva un gallo, Italiani brava gente, L’amore molesto e Il tempo si è fermato), 2 retrospettive (Maurice Pialat e Peter Sellers), mostre (segnaliamo quelle su Marcello Mastroianni  al museo dell’Ara Pacis e su Piero Tosi),  6 eventi speciali (tra gli altri una conversazione con Fabio Rovazzi e un doc. sul tour di Francesco De Gregori nei club d’Europa e degli Stati Uniti), 14 Incontri ravvicinati aperti al pubblico (Scorsese, Huppert, Pierre Bismuth, Cate Blanchett, Thierri Frémaux, Mario Martone, Michael Moore, Shirin Neshat, le sorelle Rohrwacher, Jonathan Safran Foer, Tornatore, Segournay Weaver, Catinari-Tovoli e Calabria-Franchini) e 7 preaperture in un contenitore ricolmo di eventi ed incontri in grado di soddisfare ogni fascia di pubblico. 

Tra i film della selezione ufficiale quelli più attesi ci sembrano Il vizio della speranza- la nuova pellicola di Edoardo De Angelis dopo il successo di Indivisibili- il Michael Moore provocatorio e sarcastico di Fahrenheit 11/9 che esplora l’universo Trump, Green Book di Peter Farrelly con Viggo Mortensen, il ritorno del premio Oscar Barry Jenkins con If beale street could talk (Se la strada potesse parlare), Kursk del danese Thomas Vinterberg con un cast d’eccezione (Matthias Schoenaerts, Léa Seydoux e Colin Firth), The old man & the Gun di David Lowery con l’ultima interpretazione di Robert Redford prima dell’annunciato ritiro alle scene, A private war di Matthew Heineman con Rosamund Pike, Stanlio e Ollio di Jon S.Baird con Steve Cogan e John C.Reilly nei panni dei due comici più amati al mondo. 

Dalla sezione Tutti ne parlano, lo spazio dedicato ad alcuni titoli che arrivano alla Festa dopo un sorprendente esordio internazionale- si potranno infine vedere Boy Erased di Joel Edgerton con Lucas Hedges e Nicole Kidman, Da Xiang Xi di Er Zuo del cinese Hu Bo, Dad in a week: or your money back di Tom Edmunds con Tom Wilkinson e The Miseducation of Cameron Post di Desiree Akhavan con Chloe Grace Moretz.     


Links correlati
http://www.romacinemafest.org
 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 










Foto dal web

Altri articoli di interesse
10-12
Cinema
Il testimone invisibile
di Claudio Fontanini
10-12
Cinema
LA DONNA ELETTRICA
di Claudio Fontanini
7-12
Cinema
Lontano da qui
di Cristina Giovannini
6-12
Cinema
Il castello di vetro
di José de Arcangelo
6-12
Cinema
La casa delle bambole
di José deArcangelo
3-12
Cinema
Santiago, Italia
di Claudio Fontanini
3-12
Cinema
COLETTE
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma