giovedì 19 luglio 2018 ore 21:30   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
lunedì 18 giugno 2018
di Claudio Fontanini
THELMA
Un inquietante thriller soprannaturale tra cinema di genere e d’autore
Un regista cresciuto guardando i film di Bergman e Antonioni che omaggia Brian De Palma (impossibile non pensare a Carrie) e tocca temi universali attraverso il cinema di genere. Osannato nei festival di tutto il mondo e accolto come opera di culto negli Stati Uniti, Thelma del norvegese Joachim Trier è un insolito ed inquietante thriller mistico che affonda le radici nel senso di colpa
Un regista cresciuto guardando i film di Bergman e Antonioni che omaggia Brian De Palma (impossibile non pensare a Carrie) e tocca temi universali attraverso il cinema di genere. Osannato nei festival di tutto il mondo e accolto come opera di culto negli Stati Uniti, Thelma del norvegese Joachim Trier è un insolito ed inquietante thriller mistico che affonda le radici nel senso di colpa e nella solitudine. 

Basterebbe osservare la prima e indimenticabile sequenza del film (con quella passeggiata sulla neve tra padre e figlia che si trasforma in improvvisa minaccia) a dare la patente di autore a questo quarantaquattrenne regista che cita Dreyer e Cronenberg (La zona morta) in un sapiente gioco d’incastri familiari pieno di ellissi
La protagonista del titolo (la bravissima Elli Harboe) è una timida ragazza di provincia cresciuta a doveri e precetti in una famiglia molto religiosa e appena arrivata ad Oslo per frequentare l’università. Giornate monotone e senza amici fatte di studio e telefonate di controllo fino all’incontro rivelatore con Anja (la modella e musicista Kaya Wilkins al suo primo film), una bella studentessa di un altro corso che la spinge a vivere la sua età. 

Inizia da qui un’amicizia che si trasforma lentamente in un sentimento più profondo mentre intorno accadano strani avvenimenti legati ad un terribile segreto del passato.
Tra poteri inquietanti e incontrollabili e contrasti geografici che si fanno metafora di stati d’animo (amplificati a meraviglia dal formato cinemascope), sogni erotici e gocce di sangue in un bicchiere di latte, scherzi crudeli e attacchi epilettici (ma forse non è la diagnosi giusta…), Thelma ha i tempi e lo stile di un thriller adulto e vecchio stile. 

Niente montaggio frenetico insomma o, peggio, massicce dosi di splatter, qui contano piuttosto la sospensione emotiva e il sottotesto, il lento svelamento di un passato doloroso e la valenza quasi mitica della storia (in fondo tutto il film può esser visto come il rito del passaggio all’età adulta). Perché affrontare il proprio destino è impresa titanica se a 6 anni si prendevano antipsicotici dopo che una sorellina appena nata scomparve nel nulla... 

Film di miracoli e vendette, possessioni soprannaturali e voglia di libertà spirituale, questo Thelma- candidato norvegese all’Oscar per il miglior film straniero- coniuga sapientemente incubi e realtà in un viaggio alla scoperta di se stessi che spaventa ed ammalia. Merito di una confezione impeccabile (nota di merito per le musiche di Ola Fløttum) e di una regia calibrata e sapiente che non perde un colpo e tiene inchiodati alla poltrona.          


Nelle sale dal 21 giugno distribuito da Teodora   


Links correlati
http://www.teodorafilm.com

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal web

Altri articoli di interesse
12-7
Cinema
Peggio per me
di José de Arcangelo
5-7
Cinema
STRONGER-IO SONO PIU’ FORTE
di José de Arcangelo
4-7
Cinema
Estate 1993
di Claudio Fontanini
28-6
Cinema
La truffa del secolo
di José de Arcangelo
28-6
Cinema
L’ALBERO DEL VICINO
di Claudio Fontanini
15-6
Cinema
A QUIET PASSION
di Claudio Fontanini
14-6
Cinema
Macbeth Neo Film Opera
di José de Arcangelo

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma