domenica 21 ottobre 2018 ore 21:47   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
lunedì 14 maggio 2018
di Cristina Giovannini
PARIGI A PIEDI NUDI
Come trovare l’amore nella città più romantica del mondo
Un senzatetto egocentrico, impulsivo, invadente; una giovane ingenua e priva di esperienza catapultata in una grande città; un’anziana vitale, caparbia e indipendente. Sono i tre personaggi di Parigi a piedi nudi, commediola degli equivoci strampalata ed eccessivamente bizzarra scritta e diretta a quattro mani dal belga Dominique Abel e dalla canadese Fiona Gordon
Un senzatetto egocentrico, impulsivo, invadente; una giovane ingenua e priva di esperienza catapultata in una grande città; un’anziana vitale, caparbia e indipendente. Sono i tre personaggi di Parigi a piedi nudi, commediola degli equivoci strampalata ed eccessivamente bizzarra scritta e diretta a quattro mani dal belga Dominique Abel e dalla canadese Fiona Gordon che ne sono anche interpreti.
Una pellicola ispirata, a detta degli autori, ai film del cinema muto di Jacques Tati e alla comicità di Chaplin e Buster Keaton ma con tutti i distinguo del caso perché il risultato non è eclatante e tantomeno divertente.

La vita di Fiona, bibliotecaria in un paesino sperduto tra i ghiacci canadesi, viene sconvolta dall’arrivo di una lettera allarmante della zia Martha, novantenne che vive da anni a Parigi. Fiona si precipita in soccorso della zia, salvo scoprire che l’anziana è misteriosamente scomparsa.
Messasi sulle tracce della fuggitiva, Fiona dopo un’ inaspettato tuffo nella Senna in cui ha perso tutti i suoi pochi averi, incappa in Dom, un clochard che nel frattempo ha ritrovato lo zaino di Fiona e la borsetta con i suoi soldi. L’uomo non sa che gli oggetti appartengono alla donna, ma innamoratosi di lei, la segue passo passo nelle varie traversie.

Quando Fiona scopre che Dom ha le sue cose, lo allontana in malo modo ma l’uomo non demorde. Con il suo aiuto riuscirà  a riabbracciare l’anziana Martha e a scoprire anche l’amore nella città più romantica del mondo.
Film tendenzialmente autobiografico che riflette lo spirito bohemiènne dei suoi autori, molto attivi anche a livello teatrale, Parigi a piedi nudi ha l’ambizione di affrontare questioni esistenziali come la libertà di scelta, la morte, la solitudine, l’indigenza sempre sul fil rouge della leggerezza e dell’ironia. Peccato che l’eccessiva leggerezza viri ben presto nella demenzialità.

Il film si articola di tanti singoli siparietti umoristici che, a mò di un puzzle, si incastrano l’uno con l’altro fino a completare l’intera vicenda. E’ dunque tutto un esasperante correre e rincorrersi a vuoto, trovarsi, scontrarsi, sfiorarsi finchè il trio si ricompone nel finale, con buona pace dello spettatore ormai stremato da tutte queste continue giravolte.

La presenza della bravissima Emmanuelle Riva che impersona con brio Marthe, icona del cinema francese deceduta a riprese ultimate, e il cameo del grande Pierre Richard non sono sufficienti a dare lustro all’ensemble.
Ma certamente indimenticabile resta la sequenza dei due anziani che seduti su una panchina improvvisano una buffa e a modo loro romantica danza dei piedi.

Nelle sale dal 17 maggio 2018 distribuito da Academy Two




 




Links correlati
http://www.academytwo.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal Web

Altri articoli di interesse
19-10
Cinema
Il VIZIO DELLA SPERANZA
di Claudio Fontanini
18-10
Cinema
Festa di Roma, al via con un noir da camera
di Claudio Fontanini
15-10
Cinema
Sogno di una notte di mezza età
di Cristina Giovannini
11-10
Cinema
A STAR IS BORN
di Claudio Fontanini
8-10
Cinema
L’apparizione
di Claudio Fontanini
8-10
Cinema
Il complicato mondo di Nathalie
di Cristina Giovannini
6-10
Cinema
Quasi nemici
di José de Arcangelo

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma