giovedì 19 luglio 2018 ore 21:20   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Notizie varie  
lunedì 5 marzo 2018
di Redazione
Oscar 2018 the winner is... Guillermo Del Toro
Tutto secondo copione e nessuna sorpresa alla consegna dei premi Oscar avvenuta la notte scorsa a Los Angeles. The Shape of Water (La forma dell’acqua), il magnifico e poetico film di Guillermo Del Toro ha vinto 4 statuette (miglior film, regia, scenografie e musiche) forte delle 13 candidature ottenute alla vigilia
Sono un immigrato come Selma, come Gael, come il mio amico Alejandro. Credo che la cosa bella del nostro mestiere sia cancellare le linee nella sabbia e dobbiamo continuare a farlo nonostante il mondo ci dica di tracciarle più a fondo. Sono felice che qualcuno abbia creduto nella storia d’amore tra un uomo anfibio e una donna muta. Da ragazzino in Messico non avrei mai pensato di farcela e invece eccomi qua ha detto ritirando il premio il corpulento regista messicano autore della commovente favola visionaria ambientata negli anni della Guerra Fredda che ha poi dedicato il riconoscimento ai giovani cineasti perché credano che con il fantasy si può raccontare la realtà. 

Per l’Italia era in lizza Luca Guadagnino con Chiamami col tuo nome ma delle quattro nomination ha vinto solo quella per la migliore sceneggiatura non originale firmata dall’ottuagenario James Ivory e al suo primo Oscar conquistato. 
La cerimonia, condotta per il secondo anno consecutivo da Jimmy Kimmel, (Quest’anno, quando sentirete il vostro nome, aspettate un minuto prima di alzarvi..". ha detto dopo il clamoroso scambio di buste del 2017) ha visto il successo di Gary Oldman (per L’ora più buia) e Frances McDormand (per Tre manifesti a Ebbing, Missouri e al suo secondo Oscar dopo quello per Fargo nel ‘97) nelle categorie di miglior attore e attrice protagonista mentre tra i non protagonisti hanno vinto Sam Rockwell (Al mio caro amico amico Phil Hoffman la commovente dedica dell’attore premiato per Tre manifesti a Ebbing, Missouri) e a Allison Janney, splendida madre manipolatrice di Tonya, il film sulla pattinatrice Tonya Harding.

Il premio per i migliori costumi è andato a Mark Bridges per Il filo nascosto, quello per il trucco a Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per L’ora più buia, mentre il miglior documentario è Icarus di Bryan Fogel e Dan Cogan. Tre premi tecnici ha ottenuto anche Dunkirk di Christopher Nolan (sonoro, montaggio e montaggio sonoro) mentre Blade Runner 2049 ha portato a casa due statuette (miglior fotografia e i migliori effetti speciali) e l’outsider Get Out ha ottenuto il premio per la miglior sceneggiatura originale. 

Miglior film d’animazione a Coco di Lee Unkrich e Darla K. Anderson (ha vinto anche Remember me di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez come miglior canzone originale) mentre Una donna fantastica di Sebastián Lelio ha vinto il premio per il miglior film straniero. Sugli scandali sessisti e le molestie che hanno sbattuto Weinstein in prima pagina (l’unico membro ad essere stato cacciato dall’Academy dopo Carmine Caridi che in passato riprodusse illegalmente i film che doveva solo guardare) Jimmy Kimmel nella sua introduzione ha tessuto l’elogio dell’Oscar come uomo ideale: tiene le mani a posto, non dice mai cose fuori luogo e soprattutto non ha un pene. E’ esattamente l’uomo di cui c’è bisogno oggi a Hollywood

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 










Foto dal Web e Ansa

Altri articoli di interesse
27-6
Notizie varie
Notti di cinema e ... a Piazza Vittorio
di Claudio Fontanini
13-6
Notizie varie
Yoga in piazza del Campidoglio per il solstizio
di Alessandra Miccinesi
5-6
Notizie varie
Le vie del cinema-Da Cannes a Roma
di Claudio Fontanini
28-5
Notizie varie
Nastri d’Argento: domani a Roma i premi Speciali
di Redazione
7-5
Notizie varie
Addio a Ermanno Olmi
di Redazione
12-4
Notizie varie
Cannes 2018, in competizione Rohrwacher e Garrone
di Claudio Fontanini
9-4
Notizie varie
"Tutto quello che vuoi" nei Progetti Scuola ABC
di Redazione

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma