venerdì 27 aprile 2018 ore 00:55   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Teatro » Anticipazioni  
sabato 30 dicembre 2017
Cristina Giovannini
Festival della danza spagnola e flamenco
A Roma dall’8 gennaio un evento unico nel suo genere
Sarà la danza spagnola in senso lato e il flamenco che ne è una delle sue colonne portanti ad inaugurare l’8 gennaio la stagione 2018 della Fondazione Musica per Roma, diretta da Josè R. Dosal, con un Festival innovativo dal titolo Danza spagnola e flamenco.
Sotto la direzione artistica di Roger Salas e la consulenza di David Lopez, alcuni dei nuovi eredi della tradizione di flamenco si esibiranno in prima assoluta nazionale nelle sale dell’Auditorium Parco della Musica in cinque date uniche fino al giorno 16.

Patrica Guerrero
, Rafael Campallo, Manuel Linan, la compagnia Nova Galega de Danza, il pianista Alfonso Aroca saranno i protagonisti di questa prima edizione che, con un occhio alla contemporaneità, si apre a nuove contaminazioni pur senza tradire per questo la tradizione.
Perché il flamenco è sì parte integrante del repertorio della danza spagnola, ma quest’ultima investe aspetti più ampi come spiega il direttore artistico Salas: “Sotto questo titolo, danza spagnola e flamenco, ho voluto riunire una serie di spettacoli diversi per mostrare una panoramica di quanto avviene oggi in questo campo artistico. E Roma è un luogo privilegiato perché è da sempre tappa importante nelle tournée del grandi artisti”.

Un Festival dunque animato da una filosofia creativa che vuole proporre eventi all’avanguardia ma pur sempre connessi alle proprie radici culturali.
“Per l’occasione, la prima ci auguriamo di una lunga serie - prosegue Salasgiungeranno a Roma ballerini e coreografi da ogni angolo della Spagna: galiziani, andalusi, madrileni, catalani ci daranno una visione d’insieme vasta e articolata. Sono tutti eredi diretti di grandi artisti come Antonio Ruiz Soler, Manuela Vargas, Antonio Gades”.
Si comincia l’8 gennaio con Catedral di Patricia Guerrero, spettacolo di danza poetica e sensoriale con musiche originali composte per l’occasione.

Il 9 gennaio il sivigliano Rafael Campallo con Sin Renuncia offrirà un’assolo di danza della tradizione andalusa ma dall’interpretazione stilizzata e moderna; il 12 gennaio la compagnia Nova Galega de Danza presenterà uno spettacolo innovativo che accorpa diversi stili espressivi di danza e flamenco con le tradizioni del ballo folcloristico della Galizia.
Seguiranno il 15 gennaio Orilla del mundo, concerto di piano  di Alfonso Aroca e l’ultimo appuntamento, il 16 gennaio, con Manuel Linan e il suo Reversible uno spettacolo di danza in cui Linan sfida i tradizionali ruoli di genere del flamenco utilizzando gli elementi del ballo femminile come la bata de cola, classico vestito con lo strascico e l’ampio scialle chiamato manton.

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Via Pietro de Coubertain, 30
Roma






Links correlati
www.auditorium.com
 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 








Foto dall’Ufficio Stampa

Altri articoli di interesse
9-4
Teatro
Calendar Girls
di Cristina Giovannini
31-1
Teatro
Una moglie da rubare
di Cristina Giovannini
8-1
Teatro
ABBA DREAM- The Ultimate Tribute Show
di Cristina Giovannini
24-12
Teatro
Romeo e Giulietta- Ama e cambia il mondo
Claudio Fontanini
15-10
Teatro
Aggiungi un posto a tavola
Cristina Giovannini
1-10
Teatro
Le bisbetiche stremate
di Cristina Giovannini
4-2
Teatro
L’importanza di chiamarsi Ernesto
di Redazione

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma