domenica 21 ottobre 2018 ore 20:51   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
domenica 24 dicembre 2017
Claudio Fontanini
Come un gatto in tangenziale
Torna l’accoppiata Albanese-Cortellesi nel divertente film di Milani.
Lui (Antonio Albanese) è un intellettuale separato che profetizza l’integrazione sociale e vive nel centro storico di Roma, lei (Paola Cortellesi) è una ex cassiera di supermercato che abita in periferia (a Bastogi) con due sorelle gemelle a carico e un marito (Claudio Amendola) in galera da 13 anni. 
Diversi per cultura e temperamento, Giovanni e Monica incroceranno sguardi e destini grazie ai rispettivi figli adolescenti (gli ottimi Simone De Bianchi e Alice Maselli) e fidanzati.

Tra pedinamenti e falsi miti, pregiudizi e conflitti, quell’iniziale incontro-scontro (lei fracassa il parabrezza dell’auto di lui a colpi di mazza da baseball) si trasformerà a poco a poco in una salutare apertura all’altro all’insegna della contaminazione e del bisogno di comprendere prima di giudicare (Bisogna conoscere le persone prima di impartire leggi e regole dice Albanese che opera in un think tank e lavora di concerto col Governo per accedere ai finanziamenti del Parlamento Europeo desinati alle periferie). 
Scritto e diretto da Riccardo Milani (alla sceneggiatura anche Furio Andreotti, Giulia Calenda e la Cortellesi, compagna del regista nella vita), Come un gatto in tangenziale diverte e fa riflettere nel nome di un cinema popolare che tenta la conciliazione degli opposti attraverso l’analisi dei caratteri umani. 

Con sequenze irresistibili (la sala cinematografica strapiena e incivile e quella che proietta il film d’autore armeno; le sorelle ladre della protagonista alle prese con lo shopping compulsivo; la domenica al mare col brutale confronto tra Coccia di morto e Capalbio…) e momenti di sfogo (magnifico quello della Cortellesi in terrazza), spruzzate di qualunquismo e apparizioni (nel ruolo di se stessa c’è Franca Leosini, la mitica conduttrice tv di Storie maledette e in quello della ex moglie di Giovanni l’eterea Sonia Bergamasco creatrice di nuove essenze), teoria Montessori e Pasolini, il film di Milani rimette insieme l’accoppiata Albanese-Cortellesi a poco meno di un anno di distanza dal deludente Mamma o papà? centrando stavolta il bersaglio di un’ironia intelligente al servizio dell’analisi sociale. 

Nulla di originale per carità (ben più corposo ad esempio il Ferie d’agosto di Virzì al quale il film di Milani rimanda per certi versi) ma ben recitato e ambientato (facce giuste e tempi perfetti) così da non far pensare al compitino di retorica classista nel quale spesso s’imbatte il nostro cinema (Fortunata di Castellitto l’ultimo esempio).
Per certi versi simili nel loro percorso artistico (si muovono con disinvoltura tra teatro, cinema e tv) Albanese e la Cortellesi dimostrano notevolissimo affiatamento scenico e lavorano benissimo sul corpo dei personaggi senza mai scadere nella macchietta. Su quella panchina di Piazza Cavour e sulle note di Renato Zero (occhio al campanello della casa di Bastogi…) forse ci si può persino scoprire uguali.      

Nelle sale dal 28 dicembre distribuito da Vision
    


Links correlati
http://www.facebook.com/visionfilmdistribution/

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal Web

Altri articoli di interesse
19-10
Cinema
Il VIZIO DELLA SPERANZA
di Claudio Fontanini
18-10
Cinema
Festa di Roma, al via con un noir da camera
di Claudio Fontanini
15-10
Cinema
Sogno di una notte di mezza età
di Cristina Giovannini
11-10
Cinema
A STAR IS BORN
di Claudio Fontanini
8-10
Cinema
L’apparizione
di Claudio Fontanini
8-10
Cinema
Il complicato mondo di Nathalie
di Cristina Giovannini
6-10
Cinema
Quasi nemici
di José de Arcangelo

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma