sabato 23 settembre 2017 ore 00:18   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
giovedì 7 settembre 2017
di José de Arcangelo
Baby Driver
Il genio della fuga è il sottotitolo di questo film zeppo di citazioni e di riferimenti ai classici
Mix esplosivo di generi, dalla commedia al thriller, dal crime movie all’action film, dalla favola al musical tutto questo e di più nello scoppiettante Baby Driver – Il genio della fuga, scritto e diretto dall’inglese Edgar Wright (da “L’alba dei morti dementi” a “La fine del mondo”), con un ottimo cast capeggiato dal giovane Ansel Elgort e che vanta due premi Oscar come Kevin Spacey e Jamie Foxx. Il tutto a ritmo di pop music e con adrenalinici inseguimenti in macchina e anche a piedi.
Fallito il progetto di “Ant-Man” con la Marvel, Wright – che ha detto a Roma serviva per fare questo film” - torna alle sue opere piene di citazioni e riferimenti, spesso omaggiando classici di generi a lui congeniali, ma non solo: dalla New Hollywood anni Settanta al musical, tanto che – secondo noi – Baby Driver è più musical del sopravvalutato “La La Land”.

E, se a qualcuno può dare fastidio l’eccesso citazionista, il film è efficace e coinvolgente per ogni tipo di pubblico, mentre è la musica a dare il ritmo frenetico alle corse in macchina così come agli intervalli romantici, mai melensi. Personaggi credibili, soprattutto quello del ragazzo, che tenta di fuggire da un mondo ostile e ingiusto rifugiandosi in uno tutto suo, favolistico, fatto di bene, fiducia e generosità.
Baby è un giovane mai completamente cresciuto che cela sotto l’apparente spensieratezza che gli offre la musica (è costantemente con gli auricolari nelle orecchie), non parla ma è un pilota geniale che un boss, Doc (Spacey), costringe a fare d’autista alla sua banda di rapinatori di banche finché non paghi un intero vecchio debito (infatti di solito riceve solo un ‘rimborso spese’). O almeno così sembra.

Il ragazzo era stato affidato a un afroamericano, dopo il grave incidente stradale in cui erano rimasti uccisi i genitori, e che gli ha procurato un perenne fischio all’udito che solo la musica riesce a coprire. E, visto che il suo tutore è muto, Baby comunica con lui tramite la lingua dei segni e riesce a leggere ottimamente il labiale.
Tra un colpo e l’altro, Baby si invaghisce – ricambiato - di una cameriera, Debora (Lily James, la “Cenerentola” di Kenneth Branagh), che riesce a tenere all’oscuro della sua vera occupazione, sperando saldare presto il suo ‘debito’. Però, arrivato il momento, capisce che è difficile lasciare il mondo del crimine ed è obbligato a ritornare in campo.

Se prima era stato costretto contro la sua volontà – e fino ad un certo punto credeva non ci fossero vittime -, ora è ricattato e accetta soprattutto per allontanare dal pericolo e proteggere il suo vecchio tutore e la dolce ragazza.
Ma l’ingranaggio è in moto e sarà difficile divincolarsi, anche perché non sempre i criminali di turno si fidano di lui, spesso lo provocano e lo sfidano come Bats (Foxx), uno che spara per un nonnulla.
Nel cast Jon Bernthal (Griff), anche tra gli interpreti di “La fratellanza” che esce contemporaneamente; John Hamm (Buddy), Eiza Gonzalez (Darling), CJ Jones (Joseph), Hal Whiteside (Cook)¸ Lanny Joon (JD) e il musicista e compositore Flea (Eddie), già componente dei Red Hot Chili Peppers.  

Nelle sale italiane dal 7 settembre distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia

Links correlati
http://www.warnerbros.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal Web

Altri articoli di interesse
20-9
Cinema
L’EQUILIBRIO
di Cristina Giovannini
12-9
Cinema
BARRY SEAL
di Claudio Fontanini
8-9
Cinema
Il colore nascosto delle cose
di Claudio Fontanini
7-9
Cinema
Miss Sloane
di José de Arcangelo
7-9
Cinema
The teacher
di Claudio Fontanini
7-9
Cinema
LA FRATELLANZA
di José de Arcangelo
4-9
Cinema
Una famiglia
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma