sabato 19 agosto 2017 ore 03:39   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
giovedì 3 agosto 2017
di José de Arcangelo
Annabelle 2
Dallo spin-off ’The Conjuring’, ecco il sequel del film dedicato alla bambola posseduta
Approda nelle sale italiane l’attesissimo sequel dello spin-off (e prequel) di “The Conjuring - L’Evocazione”, ovvero “Annabelle 2” (Annabelle: Creation), scritto ancora da Gary Dauberman e diretto da David F. Sandberg (“Lights Out - Terrore nel buio”), che riprende il tema della bambola posseduta, avendo come riferimento  i classici del genere horror. Infatti resa impeccabile, suspense, qualche brivido e poche sorprese, ma buone.
Costrette a lasciare il loro istituto, un innocente – ma non troppo - gruppetto di orfanelle, guidato da sorella Charlotte (Stephanie Sigman), viene accolto nella casa coloniale di un fabbricante di bambole e sua moglie, Samuel ed Esther Mullins (gli australiani, ormai americani, Anthony LaPaglia e Miranda Otto).

Felici di abitare in un enorme ‘castello da favola’, le ragazzine si precipitano di sopra a esplorare le nuove camere, arredate con tocco romantico e femminile, occupata dai lettini allineati in ferro battuto, o a castello, e tanti giocattoli possibilmente da non toccare. Mentre continua a curiosare in giro, una di loro, Janice, si imbatte in un’invitante porta chiusa a chiave, che il padrone di casa si raccomanda di non varcare mai.
Però altri strani episodi si verificano durante la notte, misteriose circostanze che rimandano alla tragica morte della figlia dei padroni di casa (la vediamo nel prologo). Il suono di un grammofono - che ripete una vecchia celeberrima canzone – amata dalla bambina scomparsa, altri rumori inquietanti provengono dalla stanza proibita, e una forza oscura e maligna inizia ad aggirarsi nella dimora prendendo di mira le bambine…

Il tutto ambientato nella campagna americana anni Cinquanta (ottima ambientazione degli scenografi Jennifer Spence e Lisa Son, Art Director Jason Garner; costumi di Leah Butler), per un racconto – forse troppo lungo – che non eccede però con gli effetti speciali digitali, ma lascia intuire più che mostrare (appunto come i classici di una volta) allo spettatore, tanto che la presenza demoniaca si manifesta solo in flash. I rimandi vanno dai classici anni ’30-’60 all’immancabile “L’esorcista” di William Friedkin, visto che si tratta pur sempre di ‘possessione’ diabolica.
Forse per questo chi ama lo splatter o il reality-horror di ultima generazione, rimarrà deluso, anche se le scene più raccapriccianti sono concentrate sul finale, e non alzatevi fino alla fine dei titoli di coda perché c’è sempre un epilogo in pillole che preannunciano un sequel. O no?

Le ragazzine Lulu Wilson (Linda), direttamente da “Ouija - L’origine del male”; Talitha Bateman (Janice), Philippa Coulthard (Nancy), Tayler Buck, Grace Fulton e Samara Lee (Bee Mullins), mentre gli  adulti in ruolo cameo sono Kerry O’Malley (Sharon Higgins), Brian Howe (Pete Higgins), Alice Vela-Bailey (demone di Mrs. Mullins), Joseph Bishara (demone in Annabelle), Mark Bramhall (padre Massey).
La fotografia è firmata da Maxime Alexandre e il montaggio da Michael Aller. Le musiche sono dell’inglese Benjamin Wallfisch, nomination al Golden Globe per la colonna sonora de “Il diritto di contare”.

Nelle sale italiane dal 3 agosto distribuito da Warner Bros. Italia

Links correlati
http://www.warnerbros.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 










Foto dall’Ufficio Stampa

Altri articoli di interesse
27-7
Cinema
Nemesi
di Claudio Fontanini
13-7
Cinema
Cane mangia cane
di José de Arcangelo
28-6
Cinema
Le Ardenne-Oltre i confini dell’amore
di Claudio Fontanini
28-6
Cinema
CODICE CRIMINALE
di Claudio Fontanini
22-6
Cinema
PARLIAMO DELLE MIE DONNE
di Claudio Fontanini
15-6
Cinema
Io danzerò
di José de Arcangelo
15-6
Cinema
LADY MACBETH
di Claudio Fontanini

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma