sabato 23 settembre 2017 ore 00:16   
Torna alla home page
 
Torna la home page Home Page La redazione Agenda Archivio notizie  Contatti 
 Aggiungi a preferiti 
 

Cerca nel sito



 

Mailing list

 Sesso: 
M F
 Età: 

indirizzo email

leggi regolamento


 

 

Realizzazione:
www. Siti.Roma.it

 

Home » Cinema » Recensioni  
mercoledì 28 giugno 2017
di Claudio Fontanini
CODICE CRIMINALE
Sceneggiatura non all’altezza del cast, per questo noir atipico diretto dall’esordiente Adam Smith
Si comincia con una sfrenata caccia alla lepre a bordo di un auto guidata da un bambino e si finisce con un salto da un grande albero con padre e figlio abbracciati e circondati dalle auto della polizia. Esordio al lungometraggio di Adam Smith (pluripremiato regista di video musicali, serie tv e documentari), “Codice criminale” è un atipico noir
Si comincia con una sfrenata caccia alla lepre a bordo di un auto guidata da un bambino e si finisce con un salto da un grande albero con padre e figlio abbracciati e circondati dalle auto della polizia. Esordio al lungometraggio di Adam Smith (pluripremiato regista di video musicali, serie tv e documentari), Codice criminale è un atipico noir che miscela, non sempre a dovere, famiglia e rapine, pregiudizi e tradizioni.
Nel Gloucestershire (ricca contea del sud-ovest della Gran Bretagna) vivono senza regole e come nomadi i Cutler.
Criminali da generazioni, non riconoscono nessuna legge e nel loro accampamento di roulotte trascorrono le giornate tra eccessi, furti e stravaganti riti d’iniziazione.

Col monolitico patriarca Colby (Brendan Gleeson) ad impartire ordini e razzie ai quali sottostà con sempre maggior fatica il figlio Chad (Michael Fassbender). Stanco di quella vita da zingaro e sotto le insistenti pressioni della moglie (Lyndsey Marshal) vuole dare un futuro migliore ai suoi due piccoli figli (il maschio, 7 anni, va a scuola contro il volere del nonno) ma per farlo dovrà avere il coraggio di comunicare al padre le sue nuove intenzioni.
Intanto c’è da mettere a segno un ultimo colpo (scassinare la villa del Lord luogotenente) che potrebbe scatenare conseguenze imprevedibili… Teso e serrato, problematico e ricco di ottime sequenze dì azione (magnifici gli inseguimenti in auto e la fuga notturna nel bosco sovrastato dagli elicotteri coi raggi infrarossi), Codice criminale si avvale di un ottimo cast non sempre supportato da una scrittura narrativa all’altezza.

E così tra improbabili soste in stazioni di servizio (in piena fuga e coi poliziotti alle calcagna, Chad decide di comprare le sigarette…) e vuoti di sceneggiatura (che fine fanno il bottino e i complici?) il film di Adam Smith spreca in parte le belle premesse finendo dritto tra le braccia di un finale contraddittorio e un poco consolatorio.
Il meglio è nei duetti Fassbender-Gleeson, due facce della stessa medaglia che si confrontano e si affrontano a colpi di sguardi carichi di risentimento e affettuosa complicità. Perché rompere col passato non è mai facile e poi forse dietro i consigli mascherati da minacce di quel padre violento, si possono persino nascondere insospettabili verità. Colonna sonora originale di The Chemichal Brothers.    

Nelle sale dal 28 giugno Distribuzione Videa


Links correlati
http://www.videaspa.it

 
Segnala a un amico
Vi è piaciuto questo articolo? Avete commenti da fare?
Scrivete alla redazione
 












Foto dal Web

Altri articoli di interesse
20-9
Cinema
L’EQUILIBRIO
di Cristina Giovannini
12-9
Cinema
BARRY SEAL
di Claudio Fontanini
8-9
Cinema
Il colore nascosto delle cose
di Claudio Fontanini
7-9
Cinema
Miss Sloane
di José de Arcangelo
7-9
Cinema
The teacher
di Claudio Fontanini
7-9
Cinema
LA FRATELLANZA
di José de Arcangelo
7-9
Cinema
Baby Driver
di José de Arcangelo

 
© Cinespettacolo.it - Direttore Responsabile: Anna de Martino - Testata in attesa di registrazione al Tribunale di Roma